Escalation criminale a Bari, ucciso 21enne

Escalation criminale a Bari, ucciso 21enne Christian Midio
Il luogo dell’agguato a Christian Midio (foto da repubblica.it)

Non c’è l’ha fatta Christian Midio, il 21enne contro cui qualcuno ha sparato più volte martedì intorno alle 19 in via Pellegrino a Bari. Il giovane è morto martedì nel policlinico di Bari in serata. L’agguato è stato compiuto da uno o più killer mentre il ragazzo era per strada.

Almeno tre i proiettili che lo hanno raggiunto al torace e al braccio. Christian Midio è stato soccorso da alcuni passanti e trasportato in auto in ospedale. Probabilmente con un’arma calibro 45. Degli assassini al momento nessuna traccia ma è caccia aperta da parte degli inquirenti.

Secondo una prima ricostruzione degli agenti della Squadra mobile della Questura di Bari, l’agguato è avvenuto in via Giulio Petroni, all’angolo di via Pellegrino dove il giovane aveva parcheggiato il suo scooter: qui il 21enne si sarebbe accorto della presenza dei suoi assassini giunti in moto e col casco, ed ha cominciato a correre. I killer, secondo alcune testimonianze, avrebbero sparato 4 colpi contro il giovane, che vistosi ferito si è rifugiato in una tabaccheria da dove è stato poi soccorso. Morirà dopo poche ore.

Christian Midio aveva precedenti per droga e rapina. L’agguato al giovane segue di una settimana quello subìto dal giovane 28enne Giuseppe Sciannimanico, l’agente immobiliare incensurato freddato a colpi di pistola in via tenente Liguori, alla periferia sud della città. Un omicidio ritenuto da molti “inspiegabile”.

E proprio martedì sera, mentre da piazza Garibaldi c’era la fiaccolata in memoria di Beppe Sciannimanico – alla quale hanno partecipato i genitori e la fidanzata accompagnati dal sindaco di Bari, Antonio Decaro – si è verificato l’omicidio di Christian Midio. La Polizia indaga a tutto campo per capire la natura dell’escalation criminale nel capoluogo pugliese, oltre che risalire agli autori degli omicidi.