Parigi, Anonymous all'Isis: "Noi non perdoniamo. Aspettateci". VIDEO

Parigi, Anonymous all'Isis Noi non perdoniamo. Aspettateci
Parigi, Anonymous all’Isis: “Noi difenderemo la nostra Libertà. Noi non perdoniamo. Aspettateci”

“Basta terrorismo, basta sofferenza, basta morte”. Anonymous, la più grande comunità internazionale di hacker e attivisti digitali, scende in campo per difendere la “libertà” messa a rischio dai jihadisti dell’Isis. In un video multilingue pubblicato sui canali Social, l’organizzazione esprime “cordoglio” ai parenti delle vittime e si dice determinata a “smascherare i membri dei gruppi terroristici responsabili dell’attacco a Parigi”. Contemporaneamente, Anonymous ha lanciato l’hashtag #OpParis per pubblicizzare l’iniziativa. “Non non perdoniamo, aspettateci”, è il messaggio che lanciano ai criminali

Non è la prima volta che gli “hacktivist” prendono posizione contro gi uomini del califfato che, peraltro, sempre di più usano la rete e i social network non solo per diffondere la loro propaganda ma anche e soprattutto per reclutare nuovi affiliati al loro gruppo.

Già dopo gli attacchi di gennaio a Charlie Hebdo, sempre a Parigi, Anonymous aveva infatti lanciato una campagna per arginare l’attività su internet dell’Isis.

Ora si compie un passo ulteriore. “Noi non ci fermeremo, noi non perdoneremo, e faremo tutto ciò che è necessario per mettere fine alle loro azioni”, dice un portavoce dell’organizzazione, vestito in abito nero e con la maschera di Guy Fawkes, vero e proprio emblema di Anonymous.

VIDEO DI ANONYMOUS

“Facciamo appello a voi”, prosegue l’attivista. “Riunitevi, mobilitatevi, difendete i nostri valori e la nostra libertà e aspettatevi una mobilitazione totale da parte nostra”, intesa a rintracciare e oscurare uno dei più importanti canali di comunicazione dei terroristi: internet.

“Questa violenza – aggiunge il portavoce – non ci deve indebolire ma anzi deve darci la forza di riunirci e lottare insieme contro l’oscurantismo e la tirannia”. Il messaggio video si chiude con “Noi siamo Anonymous, Noi siamo la legione, Noi non perdoniamo, Noi non dimentichiamo. Aspettateci!”

Condividi