Velletri, commercialista ucciso a coltellate da un fornaio albanese

La vittima Francesco Maria Pennacchi
La vittima Francesco Pennacchi (Facebook)

Era andato con degli amici nello studio professionale per prendere un Pc e inviare alcune email, (e non un party come emerso inizialmente, ndr), ma i rumori avrebbero infastidito un vicino d’ufficio che lo ha accoltellato a morte.

E’ successo in via Volsci, a Velletri, in provincia di Roma, nella notte tra giovedì e venerdì. La vittima è un commercialista 32enne, Francesco Maria Pennacchi. A sferrargli una pugnalata al petto sarebbe stato un fornaio di origini albanesi, Lorenc Prifti, di 40 anni, poco dopo rintracciato e fermato.

Appena commesso il fatto di sangue, gli amici che erano in casa con lui hanno chiamato le forze dell’ordine e i soccorritori del 118 che lo hanno portato in codice rosso all’ospedale Paolo Colombo di Velletri dove però il professionista è giunto, purtroppo, senza vita.

Secondo quanto ricostruito, Francesco Maria Pennacchi si era recato attorno alle ore 23.00 in ufficio al quarto piano di uno stabile in via Volsci per prendere il suo personal computer e a inviare delle mail. Il vicino, prima della mezzanotte lo avrebbe accoltellato all’improvviso senza che la vittima potesse reagire e difendersi.

L’uomo si è dato subito alla fuga ma, i carabinieri di Velletri lo hanno intercettato e fermato. Condotto nella caserma della locale stazione, il presunto assassino è stato sottoposto a interrogatorio, prima dai militari poi da pm di turno della procura di Velletri. Gli inquirenti stanno interrogando anche gli amici che erano con la vittima per accertare la dinamica dell’omicidio di Francesco Pennacchi. (articolo modificato)