Gioia Tauro, 344 chili di cocaina nascosti tra alluminio e caffè. Maxi sequestro

Gioia Tauro, maxi sequestro al porto: 344 chili di cocaina
Militari della Guardia di Finanza mostrano parte del maxi sequestro di cocaina a Gioia Tauro

Imponente sequestro di stupefacenti nel porto di Gioia Tauro. La Guardia di Finanza di Reggio Calabria ed il personale dell’Agenzia delle Dogane hanno sequestrato al porto due distinti carichi di cocaina per un peso complessivo di 344 chili e un valore economico per la vendita al dettaglio, di circa 70 milioni di euro.

Le indagini, coordinate dalla Dda di Reggio Calabria, hanno consentito alle Fiamme gialle di individuare e sequestrare cinquantacinque chili di cocaina in un container che trasportava alluminio. Il cassone era proveniente dal Brasile e diretto in Slovenia.

L’altro più consistente carico, 289 chili di cocaina, faceva parte di un container che trasportava caffè, proveniente sempre dal Brasile e diretto a Trieste. Le attività sono state eseguite attraverso una serie di incroci documentali e successivi controlli di container sospetti che transitavano a Gioia Tauro, anche attraverso sofisticate apparecchiature scanner ed unità cinofile della Guardia di Finanza.

Condividi