Canale di Sicilia, 30 migranti sulla costa. 8 fermi. Si teme naufragio

cadavere-in-mare- CANALE DI SICILIAAGRIGENTO – Due cadaveri in mare al largo di Agrigento sono stati avvistati da un elicottero della Guardia Costiera in perlustrazione. Si tratta di due migranti annegati a causa di un possibile naufragio di un barcone.

Il velivolo della Guardia Costiera è entrato in azione dopo che un gruppo di circa 30 migranti era giunto sulla spiaggia di Torre Salsa, in provincia di Agrigento ed era stato avvistato dai carabinieri.

Otto di loro sono sono stati fermati, mentre gli altri si sono allontanati. Gli otto hanno fornito versioni discordanti riferendo che erano circa 40 ed erano stati trasportati da una imbarcazione che li avrebbe lasciati in mare davanti alla costa. Il racconto, tuttavia, non ha convinto gli investigatori per cui è stata disposta una perlustrazione del tratto di mare da parte della Guardia Costiera, il cui elicottero ha individuato i due cadaveri. Controlli sono dunque in corso nel raggio di qualche chilometro dal punto di avvistamento per individuare se vi siano altri cadaveri in mare.

Una imbarcazione della Guardia Costiera sta raggiungendo le acque segnalate dall’elicottero per recuperare le due persone morte. Si teme un’altra strage di migranti nel Canale di Sicilia.

 

Condividi

Rispondi