Blitz anti droga a San Felice a Cancello (Caserta). 10 arresti. FOTO

Blitz anti droga a San Felice a Cancello (Caserta). 10 arresti
Arrestati San Felice a Cancello nell’operazione anti droga

CASERTA – Dieci persone sono state arrestate all’alba di oggi a San Felice a Cancello (Caserta) con l’accusa di associazione finalizzata al traffico illecito di sostanze stupefacenti e spaccio in concorso.

L’operazione anti droga, coordinata dalla Procura della Repubblica di Napoli – Direzione Distrettuale Antimafia, è stata emessa dal gip di Napoli e condotta dai Carabinieri della Stazione di Arienzo, coadiuvati dalla Stazione di San Felice a Cancello

8 persone finiscono in carcere, mentre 2 agli arresti domiciliari (uno risulterebbe irreperibile) Si tratta di Antonio Tramontano, Enzo Tramontano, Luigi De Lucia, Paolo Houssari, Youssef Houssari, Antonio Palladino, Raffaele Piccirillo, Francesco Russo, Sergio Tardi.

L’attività d’indagine, svolta da marzo a luglio del 2014, ha permesso agli inquirenti di accertare l’esistenza di un’associazione per delinquere, finalizzata alla detenzione e vendita di droga di tipo “cocaina” e “hashish”, con base logistica nel comune di San Felice a Cancello all’interno della Piazza Giovanni XXIII, zona centrale e nevralgica della città.

Le indagini, basate su riprese video realizzate con l’utilizzo di una telecamera nascosta, hanno consentito di effettuare numerosi sequestri di dosi di sostanza stupefacente e alcuni arresti in flagranza. Le investigazioni hanno, inoltre, permesso di riscontrare oltre seicento episodi di cessione al dettaglio nei confronti di acquirenti provenienti dalla provincia di Caserta e da quelle limitrofe di Napoli, Benevento e Avellino.

FOTO ARRESTATI 

Gli accertamenti svolti – spiega la Dda di Napoli – hanno reso possibile tracciare le dinamiche criminali che regolavano le condotte illecite del sodalizio, con particolare riferimento alla metodica organizzazione della “Piazza”, all’amministrazione della “cassa comune”, alle procedure di cessione degli stupefacenti, alle modalità di vendita al dettaglio, nonché alla dislocazione di una fitta rete di vedette funzionale a garantire l’impunità dei pusher.

Gli arrestati, espletate le formalità di rito, sono stati associati presso la Casa Circondariale di Santa Maria Capua Vetere (Caserta).