Bologna, donna incinta avvelenata. Fermato il compagno

Bologna, tenta di avvelenare con la soda la compagna incinta. Arrestato Il pubblico ministero di Bologna, Giuseppe Di Giorgio ha disposto il fermo, per lesioni gravissime, del compagno della donna 45enne incinta, ricoverata in gravi condizioni all’ospedale Maggiore di Bologna. La donna aveva accusato forti dolori dopo aver bevuto una bevanda da una bottiglia.

L’uomo, 35 anni, avrebbe ammesso, dopo iniziali reticenze, di avere versato nella bottiglia una sostanza irritante. E’ ancora da definire il movente: ma potrebbe essere legato proprio alla gravidanza. Gli inquirenti stanno valutando se, con quella sostanza, avrebbe voluto tentare di farla abortire. E’ da verificare l’ipotesi che il feto, che comunque non ha avuto conseguenze, abbia delle malformazioni.

Il fatto è accaduto martedì scorso. Arrivati i soccorritori del 118, la donna è stata prelevata dalla sua abitazione di Bazzano per condurla all’ospedale cittadino e poi, vista l’urgenza, al Maggiore di Bologna, dove si trova ancora in rianimazione. In un primo momento si era pensato ad una indigestione provocata da una bibita ghiacciata, poi gli esami in ospedale e le indagini coordinate dalla procura avrebbero fatto emergere un’altra verità.