Taranto, medico stermina la famiglia e poi si suicida

Duplice omicidio suicidio Taranto Un medico di 50 anni, Luigi Alfarano, ha ucciso prima sua moglie, Federica De Luca, 29 anni, e poi il figlio di 4 per poi suicidarsi. La tragedia è avvenuta la sera del 7 giugno a Taranto, pare al culmine di un violento litigio. L’uomo non avrebbe accettato l’idea della donna, molto più giovane di lui, di separarsi.

Il corpo della donna è stato trovato in appartamento di via Galera Montefusco. De Luca sarebbe stata strangolata. Poi gli agenti della Polizia hanno trovato in un’altra abitazione al mare, in località Chiatona, i corpi del marito e del bimbo, entrambi morti a colpi di pistola.

A dare l’allarme alla polizia l’ha lanciato la madre di Federica De Luca dopo averla telefonata invano per tutta la serata. La coppia, stava per separarsi e proprio ieri avrebbero dovuto formalizzare la separazione da un avvocato. Luigi Alfarano era medico oncologo dell’Ant (Associazione tumori), di Taranto mentre la donna era neolaureata e arbitro di pallavolo.

Sono in corso accertamenti da parte della Scientifica per ricostruire con esattezza la dinamica del gravissimo fatto di sangue sui due luoghi, in via Montefusco e a Chiatona.