“Hai un’amante”, e la massacra con un mattarello. Lei salva grazie a “escamotage”

Urbino, massacra convivente con un mattarello URBINO – I carabinieri hanno arrestato un 50enne di Mercatino Conca per aver massacrato con un mattarello la convivente. L’uomo sospettava che avesse un amante, in realtà inesistente.

Ma la furia di Giuseppe Ciaburri, separato, autista di bus, si è fermata per un caso, solo perché la donna ormai rantolante a terra, in una pozza di sangue, ha chiesto di chiamare il 118 promettendogli di dare la colpa dell’aggressione ad altri.

E lui si è convinto. Ma all’arrivo dei sanitari e dei carabinieri, la scena è apparsa subito chiara. Benché negasse, lui è stato arrestato per tentato omicidio mentre la donna, una 46enne, ha raccontato di esser sfuggita alla morte per un soffio.

La vittima è ricoverata a Riccione con prognosi di almeno 60 giorni. Ha fratture in molte parti del corpo e un grave trauma cranico. Ciaburri è stato portato in carcere. Le indagini, coordinate dalla pm Irene Lilliu, sono state delegate ai carabinieri dell’aliquota operativa di Urbino e ai militari di Mercatino Conca e Piandimeleto.