Omicidio suicidio in Toscana, uccide la madre disabile e si suicida

Omicidio suicidio in Toscana, uccide la madre disabile e si suicidaOmicidio suicidio in Toscana. Un uomo di 73 anni, Carlo Davitti, ha ucciso la madre 93enne, ricoverata in una residenza per anziani a Firenze, e poi si è suicidato. E’ successo attorno alle 12 di domenica.

L’uomo ha portato la madre, costretta su una carrozzina, su un terrazzo della residenza assistenziale “San Lorenzo”, che si trova in via del Guarlone, alla immediata periferia est di Firenze. Poi, giunti sotto un gazebo, le avrebbe sparato alla tempia e infine, con la stessa arma, si è tolto la vita.

L’arma utilizzata dall’uomo, una ex guardia giurata in pensione, era regolarmente detenuta. La donna era da poco ospite della struttura e soffriva di “decadimento cognitivo”.

Una delle infermiere ha chiamato subito il 118, ma i sanitari, giunti pochi minuti dopo, non hanno potuto fare altro che constatare il decesso di madre e figlio.

Sul posto i militari del reparto operativo e gli uomini della compagnia dei carabinieri di Firenze, il medico legale ed il pm di turno. Non è chiaro il motivo che ha spinto l’uomo uccidere l’anziana madre.

Condividi

Rispondi