Blitz contro il clan Cordaro di Tor Bella Monica: 37 arresti

operazione-R9-clan-CordaroAll’alba della giornata di ieri, nel quartiere Tor Bella Monaca, periferia est di Roma, è scattata l’operazione R9. Agenti della Squadra Mobile, in collaborazione con il Servizio Centrale Operativo della Polizia di Stato, hanno eseguito un’ordinanza di custodia cautelare emessa dal Gip di Roma su richiesta dei Magistrati della locale Direzione Distrettuale Antimafia a carico di 37 persone, ritenuti responsabili, a vario titolo, di reati quali associazione a delinquere finalizzata al traffico di sostanze stupefacenti, violazione della normativa sulle armi, riciclaggio, ricettazione, truffa ai danni dello stato, falso, omicidio e tentato omicidio.

La maxi operazione, nella quale sono stati impiegati oltre 500 Agenti della Polizia di Stato, diverse unità cinofile e due elicotteri, è il prosieguo di indagini, coordinate dalla Direzione Distrettuale Antimafia, partite nel 2013, in seguito all’omicidio di Serafino Cordaro, dell’omonimo clan.

Nel corso del blitz gli agenti hanno effettuato numerose perquisizioni, anche per interi blocchi di edifici, per un totale di più di 100 ispezioni domiciliari, grazie alle quali sono state rinvenute e sequestrate armi ad elevato potenziale, come il fucile mitragliatore Zastava Kraousevao Iugoslavia (modello Ak-47), con serbatoio contenente 29 cartucce e numeroso munizionamento. Sequestrati anche una pistola semiautomatica e un revolver.

Secondo gli investigatori “nel contesto territoriale indicato e, più in generale, nel quadrante sud est della Capitale, si è assistito – negli ultimi anni – a un crescendo di attività criminali e di gravi delitti riconducibili a conflittualità e a connessi regolamenti di conti consequenziali e funzionali alla “conquista” di piazze di spaccio in quell’area, per affermare o rimarcare l’egemonia di un gruppo su un altro”.

Infatti “in quest’area si è assistito al contrasto tra il gruppo di Stefano Crescenzi e i Cordaro, contrasto evidenziato al massimo livello con l’omicidio di Serafino Cordaro il 30 marzo 2013 per il quale viene arrestato Giuseppe Pandolfo, reo confesso e ora collaboratore di giustizia”.

Il procuratore aggiunto della Dda di Roma, Michele Prestipino, coordinatore delle indagine ha dichiarato: “a qualsiasi ora del giorno e della notte era possibile comprare la droga. Le piazze di spaccio del quartiere costituiscono punto di approdo di una massa enorme di consumatori”.

Inoltre Prestipino ha spiegato come l’operazione abbia “disvelato la struttura organizzativa della famiglia Cordaro, uno dei gruppi più temibili e pericolosi sul territorio”. “I provvedimenti restrittivi eseguiti – ha continuato Prestipino – riguardano fatti particolarmente gravi connessi alla gestione di una delle più importanti piazze di spaccio a Tor Bella Monaca intorno alla quale si sono sviluppate condotte più gravi come l’omicidio, il tentato omicidio, aggressioni e detenzioni di armi”.

I destinatari della custodia cautelare in carcere

Valentino IULIANO, nato a Roma il 15/8/1990;
Salvatore CORDARO, nato a Caltanissetta il 11/1/1960;
Natascia CORDARO, nata a Roma il 28/3/1986;
Giuseppe CORDARO, nato a Roma il 7/9/1987;
Paola PALAVANTI, nata a Roma il 27/1/1966;
Silvio LUMICISI, nato a Roma il 24/10/1984;
Emilia CORDARO, nata a Roma il 24/4/1985;
Marco VELLUCCI, nato a Roma il 13/8/1987;
Dino MASSA, nato a Roma il 27/3/1973;
Antonello PETRINI, nato a Roma il 7/3/1986;
Umberto PETRINI, nato a Roma l’8/6/1983;
Maurizio NOCCHETTI, nato a Dinami (CZ) il 25/9/1954;
Danilo CORDARO, nato a Roma il 3/6/1997;
Roberto CORDARO, nato a Roma il 10/9/1968;
Mirco ALLOCCA, nato a Monterotondo (RM) il 13/8/1978;
Vincenzo BOVA, nato a Termini Imerese (PA) il 23/12/1993;
Daniele VINELLA, nato a Roma il 20/11/1972;
Gianni VINELLA, nato a Roma il 17/2/1968;
Antonello VINELLA, nato a Roma l’11/6/1969;
Gianluca STRAMUCCI, nato a Roma il 10/2/1970;
Mauro MONTALI, nato a Roma il 24/2/1982;
Eros CANTALE, nato a Roma il 31/10/1993;
Alessandro LOMONTE nato a Roma 20.02.1975;
Alessandro PETRUCCI, nato a Roma il 27/1/1970;
David LONGO, nato a Roma il 20/10/1986;
Daniel LONGO, nato a Roma il 29/1/1991;
Ezio CERQUIGLINI, nato a Foligno (PG) il 20/1/1965;
Mauro ROSALBA, nato a Pisa il 20/06/1979;
Pietro TRAPASSO nato in Etiopia l’8.5.1973,

Gli indagati ai domiciliari

Flavia TEIXEIRA, nata a Roma 20/9/1990;
Simone CERQUIGLINI, nato a Foligno (PG) il 22/10/1984;
Emanuela ANGELUCCI, nata a Roma il 7/11/1964;
Marjorie TONDO, nata a Roma 11/07/1988;
Marzia D’ARCHIVIO, nata a Roma il 1°/3/1971;
Silvia CASAGRANDE, nata a Roma il 13/4/1984.

Due persone sono ancora ricercate