Omicidio a Seregno, uccisa Carmela Aparo. Preso ex convivente

Attilio Berlingieri e Carmela Aparo
Attilio Berlingieri e Carmela Aparo (Foto Corriere.it)

Non sopportava la fine della sua relazione e di essere stato denunciato per lesioni. Sarebbe questo il movente che ha portato il pregiudicato 56enne, Attilio Berlingeri, a sparare due colpi mortali al torace della ex convivente 64enne Carmela Aparo, lunedì sera in un parcheggio a Seregno (Monza).

L’uomo, calabrese di origine, è stato arrestato in flagranza di reato per omicidio volontario aggravato da futili motivi e possesso illegale di armi. Berlingeri è ora in carcere a Monza in attesa dell’interrogatorio di garanzia.

Catturato a Cinisello Balsamo solo due ore dopo l’agguato mortale grazie al coordinamento dei carabinieri di Seregno, Monza, Desio e Cinisello Balsamo, a quanto si apprende l’uomo ha dichiarato spontaneamente di aver sparato alla ex. L’uomo sarebbe stato in cura per problemi psicologici e, insieme alla vittima, Carmela Aparo, era scampato a un agguato nel 1992.

L’omicidio è avvenuto intorno alle 20 del 29 agosto scorso, al culmine di un violento litigio in un parcheggio di Seregno. L’uomo ha estratto la pistola e ha esploso i colpi di pistola che hanno trafitto il torace dell’ex convivente. Trasportata in ospedale, la donna è morta dopo un intervento chirurgico.

Dopo il fatto di sangue, Attilio Berlingeri ha tentato la fuga, ma l’interazione delle forze dell’Ordine ha consentito di rintracciarlo e bloccarlo a Cinisello. Il presunto omicida avrebbe ammesso ogni responsabilità, rivelando il movente del delitto.