5 Ottobre 2022

Piacenza, è giallo sul cadavere del Trebbia. Vittima con mani e piedi legati

Correlati

Ponte di Tuna sul fiume Trebbia dove è stato scoperto il cadavere
Ponte sul fiume Trebbia (Street view)

E’ caccia al killer, o più assassini, dell’uomo ritrovato cadavere sul greto del fiume Trebbia, nel Piacentino. Il suo corpo era avvolto in un sacco di plastica nera. Il ritrovamento, avvenuto attorno alle 17.30 di mercoledì pomeriggio, è stato fatto in località Rivalta di Gazzola. Si tratta di omicidio.

Al momento non si conosce l’identità della vittima. A fare la macabra scoperta, un villeggiante che passeggiava col suo cane sulle sponde del fiume che ha visto tra i sassi un doppio bustone nero con all’interno il corpo.

Sul posto sono intervenuti i Carabinieri del Nucleo investigativo di Piacenza che hanno effettuando i rilievi del caso per risalire all’identità della vittima. Sul luogo del ritrovamento, anche il magistrato di turno.

Sarà l’autopsia a stabilire le cause del decesso. Da quanto trapela, la vittima aveva mani e piedi legati e coi vestiti ancora addosso. Da una prima ricostruzione, la morte risalirebbe a quattro giorni fa. Killer e complici a bordo di un’auto si sarebbero sbarazzati del corpo, forse già senza vita, gettandolo dal ponte di Tuna, sul fiume Trebbia in località Rivalta di Gazzola. Indagini sono in corso, ma è giallo.


Ai Lettori

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo gentilmente ai nostri lettori un contributo che può permetterci di sopravvivere e continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta. Grazie!


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici pure su TELEGRAM e TWITTER

Potrebbero interessarti

Menzogne e bugie hanno da sempre le gambe corte  

SOSTIENICI

Mons. Viganò, il Pastore di Cristo contro i tiranni


Ai Lettori

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo gentilmente ai nostri lettori un contributo che può permetterci di sopravvivere e continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta. Grazie!


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici pure su TELEGRAM e TWITTER

Elezioni in Brasile, è ballottaggio tra Lula e Bolsonaro. Jair: “Contro tutto e tutti, vinceremo”

Il candidato progressista si è fermato al 48,43% nonostante i sondaggisti lo davano vittorioso al primo turno. Il presidente uscente ha ottenuto il 43,2 percento, ma ha sbancato il congresso ottenendo almeno 99 seggi. Doppio turno il 30 ottobre.

Vaccini covid, clamorosa conferma di un team di scienziati: “Nei sieri c’è il grafene”

La dottoressa indiana Poornima Wagh, fa parte di un gruppo di 18 scienziati provenienti da 7 paesi che hanno analizzato 2.305 campioni di "vaccini" Covid di 12 marchi diversi. Trovato di tutto, tranne ciò che è scritto nei bugiardini delle case farmaceutiche: "Altamente inquinati"

I misteri del Covid e dei vaccini

Popolari sul Covid

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo gentilmente ai nostri lettori un contributo che può permetterci di sopravvivere e continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta. Grazie!


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici pure su TELEGRAM e TWITTER