Montesarchio (Benevento), uccide il figlio disabile e tenta il suicidio

Montesarchio (Benevento), uccide il figlio disabile e tenta il suicidio
Via Lavinia a Montesarchio

Dramma a Montesarchio, in provincia di Benevento, dove un ex segretario comunale 72enne in pensione, Luigi Piacquadio, ha ucciso a coltellate il figlio disabile e poi ha tentato il suicidio. La vittima è Domenico Piacquadio, di 38 anni.

L’omicidio è avvenuto nella casa della famiglia, in via Lavinia, a Montesarchio. Dopo aver ucciso il figlio con diverse coltellate, il presunto omicida ha tentato di suicidarsi gettandosi dal balcone di casa, ma è stato fermato in tempo grazie all’intervento dei carabinieri.

Luigi Piacquadio è ora in stato di fermo nella caserma dei carabinieri di Montesarchio. Oscure, al momento, le motivazioni che hanno spinto il padre a uccidere il figlio. Il dramma ha scosso tutta la comunità di Montesarchio dove l’uomo per le sue funzioni svolte in comune era molto conosciuto.

Condividi