Sant’Antimo (Na). Non accetta la fine del matrimonio e uccide la moglie

Via Plutone a Sant'Antino dove è avvenuto il delitto di Stefania Formicola
Via Plutone a Sant’Antino (Street view)

Omicidio a Sant’Antimo di Napoli. Una donna di 28 anni, Stefania Formicola, è stata uccisa stamane a colpi di pistola dal marito 33enne, Carmine D’Aponte.

Il delitto è avvenuto prima delle 7, in via Plutone, alla periferia del centro, nell’auto della vittima. Sul luogo sono intervenuti i militari di Giugliano che hanno avviato indagini. A effettuare i rilievi del caso la Scientifica dei carabinieri di Castello di Cisterna.

A trovare il cadavere, è stato il 118, allertato dal presunto assassino. Stefania Formicola, originaria di Lusciano, è stata raggiunta da più proiettili in parti vitali. I soccorritori l’hanno trovata già senza vita.

L’uomo è stato arrestato ed è tutt’ora sotto interrogatorio nella caserma dei carabinieri, presenti il magistrato di turno della procura di Napoli Nord e il difensore di D’Aponte.

A spingere il marito a uccidere la moglie, l’imminente separazione chiesta dalla donna. L’uomo non avrebbe accettato la fine del matrimonio e avrebbe deciso di fargliela pagare. Con la vita.