Precipita un velivolo a Loro Ciuffenna (Arezzo), due morti. Forse un guasto

Il velivolo ultraleggero prima dello schianto
Il velivolo ultraleggero prima dello schianto (foto di Michela Sciaolino tratta da arezzonotizie.it)

AREZZO – Un aereo ultraleggero è precipitato a Loro Ciuffenna (Arezzo), nei pressi della frazione Modine. Pilota e passeggero sono morti sul colpo. Le vittime sono il 40enne Stefano Romito, originario di Figline Valdarno e maggiore del 46° aereostormo dell’Aereonautica di Pisa, e il 47enne Rodolfo Mandò, medico di Reggello (Firenze).

L’allerta è scattata dopo che alcune persone hanno intravisto il velivolo che cominciava a perdere quota fino a schiantarsi nei boschi sui rilievi della dorsale di Pratomagno, a nord ovest di Arezzo.

Sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco di Montevarchi e un elicottero. L’area dove è precipitato l’aereo è molto impervia e per i soccorritori non è stato facile operare.  I soccorritori hanno dovuto percorrere tratti scoscesi a piedi. Quando son arrivati sul punto dello schianto, hanno visto i rottami ancora in fiamme. Per i due, incastrati tra le lamiere, non c’è stato nulla da fare. Erano già senza vita.

Sconosciute le cause dell’incidente. Da quanto riporta arezzonotizie.it, all’origine dell’incidente potrebbe esserci un guasto meccanico. Le condizioni meteo non erano avverse e questo fa strada a ipotesi tutte da accertare.

Romito era un pilota esperto, con cinquemila ore di volo alle spalle, non uno alle prime armi. Il velivolo era partito dall’avio-superficie di Cavriglia, nell’aretino. Si indaga per accertare l’esatta dinamica e le cause dell’incidente.