Roma, rapinano due connazionali. In cella due rumeni

Volante della PoliziaDue rumeni hanno rapinato due loro connazionali, dapprima aggredendoli, poi minacciandoli di morte con un coltello puntato alla gola ed infine rapinarli di soldi, carte di credito, tablet, cellulari ed un pc portatile. La Polizia li ha rintracciati e arrestati.

Il fatto è successo la scorsa notte all’una e mezza in via dei Georgofili, in zona Esposizione, a Roma. Due uomini di nazionalità rumena stavano tranquillamente camminando lunga la strada quando sono stati avvicinati da due persone, anch’essi rumeni, che li hanno subito minacciati ed aggrediti con calci e pugni al fine di impossessarsi di uno zainetto e del suo contenuto.

Gli agenti del reparto Volanti, intervenuti poco dopo la segnalazione al 112 effettuata da uno degli uomini aggrediti, hanno immediatamente avviato le ricerche dei due malviventi dopo aver acquisito la loro descrizione dalle persone rapinate che riferivano, inoltre, di conoscere uno dei rapinatori che di solito frequenta la zona di via Ostiense.

Ed è stato in una sala slot, ubicata nei pressi di un bar notturno, che i poliziotti hanno individuato i due ricercati, intenti a giocare alle slot machine.

I due fermati, con addosso ancora il coltello usato per la rapina e lo zainetto con all’interno gli oggetti di proprietà delle vittime, sono stati quindi accompagnati presso il commissariato “Esposizione”.

G.C. e T.V., entrambi cittadini della Romania di 36 e 30 anni, al termine degli accertamenti sono stati arrestati per rapina aggravata e lesioni personali aggravate in concorso.