15 Agosto 2022

Crolla cavalcavia sulla Milano Lecco, un morto e feriti. FOTO/VIDEO

Stessa categoria

Cavalcavia crollato ad Annone Brianza sulla statale 36 Milano Lecco
Cavalcavia crollato ad Annone Brianza sulla statale 36 Milano Lecco (Foto da Lecconotizie.com)

Tragedia sulla statale 36 Milano Lecco, dove per cause sconosciute, è ceduto un cavalcavia crollando sulla strada sottostante. Il crollo ha causato lo schiacciamento di alcune auto, di certo una vettura.

Un tir che in quel momento stava transitando sulla rampa di uscita dalla Statale 36, è caduto schiacciando un’altra auto. Il bilancio finora sarebbe di un morto e quattro feriti, di cui tre bambini. Ferito l’autista del mezzo pesante per un trauma cranico. I feriti sono stati trasportati d’urgenza in ospedale.

VIDEO DEL CAVALCAVIA CROLLATO AD ANNONE BRIANZA

Il crollo è avvenuto nel tardo pomeriggio, alle 17.20, di venerdì ad Annone Brianza. Sul posto sono recati i Vigili del fuoco, ambulanze del 118, un elicottero, la Polstrada, i Carabinieri e personale dell’Anas.

I vigili del fuoco sono al lavoro per sollevare la rampa e soccorrere eventuali altri occupanti in altre auto. Da alcune scene filmate da altri automobilisti arrivati subito dopo il crollo e dalle foto di Lecconotizie.com, si vede un’auto rossa schiacciata dalla cabina del tir. Un’altra letteralmente schiacciata dalla struttura ceduta.

FOTO (da Lecconotizie.com)

Una vettura è inoltre rimasta in bilico sul cavalcavia spezzato, e un’altra che stava transitando è stata catapultata sul lato opposto. Dalle prime informazioni raccolte dai cronisti di Lecconotizie.com le persone coinvolte potrebbero essere dieci.

VIDEO DEI LAVORI PER LA RIMOZIONE DELLE TRAVI

Diversi automobilisti, scrive il giornale online, avrebbero segnalato la presenza di lavori in corso da parte di tecnici Anas proprio in corrispondenza del cavalcavia crollato. Tra le cause del sopralluogo la caduta di alcuni calcinacci. L’Ansas conferma precisando che il cavalcavia crollato è il numero 17 della strada provinciale 49, che è crollato sulla SS36 di competenza dell’Anas.


Ai Lettori

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo gentilmente ai nostri lettori un contributo che può permetterci di sopravvivere e continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta. Grazie!


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici pure su TELEGRAM e TWITTER

Potrebbero interessarti

Menzogne e bugie hanno da sempre le gambe corte   SOSTIENICI

Mons. Viganò, il Pastore di Cristo contro i tiranni


Ai Lettori

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo gentilmente ai nostri lettori un contributo che può permetterci di sopravvivere e continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta. Grazie!


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici pure su TELEGRAM e TWITTER

DANNI COLLATERALI

PER SEGNALARE EVENTI AVVERSI DA VACCINO DI UNA CERTA IMPORTANZA SCRIVERE A QUESTO INDIRIZZO EMAIL: dannicollaterali@secondopianonews.com
NESSUNA PERSONA SARA' IDENDIFICABILE IN BASE ALLE NORME SULLA PRIVACY.

Auto finisce in un canale, morti 4 giovanissimi

Tragedia alle porte di Treviso. Per cause in corso di accertamento il veicolo è sbandato finendo in un canale di scolo

Clamoroso Bassetti: “Green pass in estate? Io non ci sto. Se resta oltre Marzo tutti in piazza”

L'infettivologo: "Prorogare il pass oltre il 31 marzo la ritengo una stupidaggine, una proposta indifendibile. Oltre quella data, da medico, non lo sostengo. Se resta non ci sarà soltanto chi c'è stato fino ad oggi in piazza, ma ci saranno tutti perché non ci sarà più nessuno che lo difende".

I misteri del Covid e dei vaccini

Popolari sul Covid

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo gentilmente ai nostri lettori un contributo che può permetterci di sopravvivere e continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta. Grazie!


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici pure su TELEGRAM e TWITTER