Sfregiò la sua ex fidanzata a bottigliate, in cella 23enne della Guinea

auto PoliziaE’ stato rintracciato sabato pomeriggio dagli agenti del commissariato San Lorenzo, diretto da Luigi Mangino, il presunto autore dell’aggressione avvenuta più di un mese fa a Roma, zona Tiburtina, ai danni di una ragazza straniera.

Durante lo svolgimento della normale attività di prevenzione nella zona di competenza, l’uomo è stato sottoposto ad un controllo e dopo la sua identificazione, è risultato ricercato dal novembre scorso.

In quel periodo una giovane donna era stata aggredita dal suo ex che, in preda ad un attacco d’ira, si sarebbe scagliato su di lei colpendola al volto con un vetro di bottiglia, procurandole lesioni gravissime.

La vittima, trasportata al pronto soccorso del Policlinico Umberto I, in seguito aveva sporto denuncia, indicando come l’autore del fatto M.K.C., 23enne della Guinea, suo ex fidanzato.

La donna ha raccontato ai poliziotti che, nonostante la loro relazione fosse finita da due anni, l’uomo non si era rassegnato, tentando in più occasioni di intimorirla. M.K.C., è stato tratto in arresto e condotto in carcere a Regina Coeli. Dovrà rispondere del reato di lesioni gravissime.