Ricercatrice italiana trovata misteriosamente morta a Cambridge

Simona Baronchelli
Simona Baronchelli in una foto tratta dal suo profilo Facebook

Una ricercatrice in biopatologie mediche di Vimercate (Monza e Brianza), Simona Baronchelli, è stata trovata morta nella sua camera d’albergo a Cambridge, a un centinaio di chilometri da Londra, dove si trovava per un congresso.

La morte, riferisce il quotidiano “Il Giorno”, risale a mercoledì scorso e la polizia inglese non avrebbe trovato tracce di violenza sul corpo della donna. La ricercatrice aveva 32 anni ed era borsista per il Cnr.

Simona Baronchelli, attivista di Emergency, secondo quanto riferito dal padre Luigi, era affetta “sin da piccola da allergie importanti, ma le sapeva gestire. Simona non aveva nemici”, ha aggiunto l’uomo.

“Non riesco neanche a ipotizzare che qualcuno possa averle fatto del male. Spero che i patologi mi diano ragione”. Specializzata in genetica applicata, Simona era impegnata in studi su cellule staminali.