Aggredito ex parlamentare Osvaldo Napoli: “Delinquenti incalliti”

Osvaldo Napoli prima dell'aggessione a Montecitorio
Osvaldo Napoli prima dell’aggessione a Montecitorio

Un gruppo di attivisti del Movimento “9 Dicembre Forconi”, quello guidato dall’agricoltore pontino (Latina) Danilo Calvani, ha aggredito mercoledì l’ex deputato del Pdl Osvaldo Napoli a Montecitorio. “Sono solo dei delinquenti incalliti. E’ una brutta vicenda”,  è il commento della vittima.

Il “movimento” si era dato appuntamento in piazza Montecitorio per protestare contro il governo e con l’intento di “arrestare” un politico. Una volta riconosciuto Napoli gli hanno letto un articolo del codice penale ed hanno tentato di bloccarlo. Solo l’intervento dei carabinieri è riuscito a “liberare” l’ex deputato, che poi si è rifugiato in un bar.

“Neanche sapevano chi io fossi – ha spiegato Napoli -, avrebbero fermato qualunque politico. Sono solo dei delinquenti”. Solidarietà è stata espressa dal senatore Pd, Stefano Esposito: “Ecco i frutti della campagna populista di stampo grillino. La mia vicinanza a Osvaldo Napoli”.

Intanto, sono tre le persone identificate dai carabinieri del nucleo informativo dei Comando provinciale di Roma per l’aggressione subita da Napoli a Montecitorio. Secondo quanto si è appreso, sono stati denunciati per violenza privata aggravata e resistenza a pubblico ufficiale in concorso.

I tre sono ritenuti gli esecutori materiali del finto arresto. Si tratta di un 54enne della provincia di Como, di un 49enne di Milano e di un 23enne di Palermo, aderenti al “movimento” “9 dicembre Forconi”. Al vaglio dei carabinieri la posizione di altre persone presenti.