Torture in campi migranti in Libia, pm: “Mai visto tanto orrore”

campo profughi “In 40 anni di carriera non ho mai visto un orrore simile”. Lo ha detto il procuratore aggiunto di Milano Ilda Boccassini facendo riferimento ai racconti di torture e violenze di cui è accusato Osman Matammud, ritenuto il presunto aguzzino di un campo di raccolta migranti in Libia.

Il pm Marcello Tatangelo, anche lui presente alla conferenza stampa assieme al procuratore Francesco Greco e al comandante della Polizia locale Antonio Barbato, lo ha descritto come un “campo di concentramento”.

A carico del 22enne Osman Matammud, fermato a settembre a Milano per favoreggiamento dell’immigrazione clandestina, è stata emessa oggi dal gip Anna Magelli un’ordinanza per 4 omicidi commessi nel campo, per il sequestro a scopo di estorsione di centinaia di somali, per le violenze sessuali su decine di donne. I pm hanno chiesto l’autorizzazione a procedere al ministero della Giustizia per i reati commessi all’estero. (Ansa)