Omicidio Varani, pm chiede 30 anni di carcere per Manuel Foffo

Da sinistra Manuel Foffo e Marco Prato, ritenuti gli assassini di Luca Varani
Da sinistra Manuel Foffo e Marco Prato, ritenuti gli assassini di Luca Varani

Trenta anni di reclusione per Manuel Foffo e la sollecitazione del rinvio a giudizio per Marco Prato, accusati di avere massacrato e ucciso il 4 marzo 2016, Luca Varani, nel corso di un festino a base di droga in un appartamento al Collatino, alla periferia di Roma. Sono queste le richieste del pm Francesco Scavo nell’ambito del processo con rito abbreviato per il primo e con rito ordinario per il secondo.

L’accusa per i due è di omicidio premeditato con le aggravanti della crudeltà e dei motivi abietti e futili. Secondo il magistrato, quello del Collatino fu un massacro pianificato in modo lucido. La scelta della vittima fatta dopo una sorta di macabro “casting”.

Già nell’atto di chiusura indagini, la Procura aveva di fatto ricostruito l’intera vicenda ritagliando un ruolo “paritario” ai due nell’omicidio. Alla vittima vennero inferti 100 colpi, fu sottoposto a torture e sevizie per due ore. Manuel Foffo ha dichiarato di aver filmato la povera vittima agonizzante a terra.