Autocarro investe e uccide campione ciclismo Michele Scarponi

Michele Scarponi
Michele Scarponi (Ansa/Zennaro)

Un’altra tragedia sportiva, la seconda in 24 ore. Il noto campione di ciclismo, Michele Scarponi è morto in un incidente stradale mentre si allenava alle porte di Filottrano (Ancona), suo paese natale. Ieri il dramma al rally in Sicilia.

Scarponi è stato centrato in pieno da un autocarro. La dinamica è in fase di accertamento. Sulla dinamica dell’incidente, avvenuto intorno alle 8 di sabato, indagano i carabinieri di Filottrano e Osimo. Scarponi, che ieri aveva concluso al quarto posto il Tour of the Alps – dove aveva vinto la prima tappa – era nato il 25 settembre 1979 a Jesi.

Professionista dal 2002, aveva vinto nel 2009 la Tirreno-Adriatico e nel 2011 il Giro d’Italia grazie alla squalifica per doping dello spagnolo Alberto Contador. L’ultimo suo successo risale al 2013 quando si è aggiudicato il Gp Costa degli Etruschi. Attualmente portacolori dell’Astana, Scarponi ne era stato nominato capitano per il prossimo Giro d’Italia, al via il 5 maggio, per il forfait di Fabio Aru.