Business sulla terapia del dolore, in manette 19 tra medici e imprenditori

Parma Business sulla terapia del dolore, in manette 19 tra medici e imprenditoriDiciannove persone, tra dirigenti medici e imprenditori nel settore farmaceutico, sono state arrestate dai carabinieri del Nas di Parma su ordine del gip del locale tribunale. L’accusa è di associazione per delinquere finalizzata alla corruzione e al riciclaggio attraverso la commissione di abuso d’ufficio, peculato, truffa aggravata e trasferimento fraudolento di valori.

Nell’operazione, denominata “Pasimafi”, che ha fatto luce su presunte sulle cure palliative e terapia del dolore, risultano indagate 75 persone, mentre 17 aziende sono coinvolte in attività illecite. Disposto anche il sequestro di due società e di circa 500.000 euro.

Il blitz scattato stamane ha visto impegnati oltre 200 militari del Comando per la Tutela della Salute e dei comandi provinciali di 7 Regioni: Emilia Romagna, Lombardia, Piemonte, Veneto, Toscana, Umbria e Lazio.

Effettuate inoltre 52 perquisizioni presso le abitazioni dei professionisti coinvolti nell’operazione e presso le sedi di importanti società e note aziende farmaceutiche.

Secondo quanto scrive la Gazzetta di Parma sono fra gli altri coinvolti il prof. Guido Fanelli, 62enne, direttore della Seconda Anestesia del Maggiore e docente universitario, Massimo Allegri, 43enne dirigente della Seconda Anestesia, Ugo Grondelli (71 anni, residente a Montecarlo e domiciliato a San Michele Tiorre, Felino), Marcello Grondelli, 45enne, amministratore delegato dell’azienda Spindial Spa di Lemignano di Collecchio, Giuseppe Vannucci, 66enne di Montechiarugolo, agente di commercio e amministratore della società Appmed srl.