Migranti, sequestrata la nave Iuventa: “Traffici Ong-Scafisti”

Ong migranti sequestrata Nave Iuventa
Ansa

E’ stata sequestrata la nave Iuventa, della Ong tedesca “Jugend Rettet” ma con bandiera olandese, bloccata la scorsa notte a Lampedusa dalla Guardia costiera italiana. A seguito dei controlli effettuati a bordo nella giornata odierna gli investigatori del Servizio Centrale Operativo, della Squadra Mobile di Trapani e del Nucleo Speciale d’Intervento della GC nazionale è stato eseguito il sequestro preventivo.

Il sequestro della nave è stato disposto dal gip di Trapani Emanuele Cersosimo su richiesta del pm Andrea Tarondo. Il provvedimento nasce da una inchiesta avviata ad ottobre del 2016 che ha consentito – dice la Polizia di Stato – di raccogliere indizi sull’uso della motonave “Iuventa” per favoreggiamento dell’immigrazione clandestina.

La Ong tedesca era tra quelle organizzazioni non governative che non aveva firmato il Codice di condotta stilata da ministero dell’Interno. “Il fatto che la Ong non abbia firmato il protocollo non c’entra nulla con l’operazione odierna”, ha puntualizzato procuratore facente funzioni di Trapani, Ambrogio Cartosio. “Persone che lavorano all’interno della Iuventa avrebbero trasbordato, per due volte, sulla nave migranti scortati da trafficanti libici”, ha detto.

“La Iuventa è stabilmente utilizzata per il soccorso di migranti in prossimità delle coste libiche e per il loro trasbordo su altre navi sempre in acque internazionali, e naviga abitualmente nel mare Libico, in prossimità delle acque territoriali del paese africano”, dice la questura trapanese.

L’inchiesta trapanese sulle navi delle Ong era stata resa nota lo scorso aprile. Poi il 10 maggio il procuratore facente funzioni di Trapani, Ambrogio Cartosio, in audizione alla commissione Difesa del Senato aveva detto che “la procura di Trapani ha in corso indagini sull’ipotesi di favoreggiamento dell’immigrazione clandestina che coinvolgono non le Ong come tali ma persone fisiche appartenenti alle Ong”. Oggi l’esito su indagini complesse da cui potrebbero scaturire ulteriori e clamorosi sviluppi.