Terremoto a Ischia: vittime, feriti, sfollati e crolli. “Lieve” scossa, massimo danno

Un frame video ripreso dall'alto dai carabinieri di Napoli mostra uno scenario devastante a Ischia
Un frame video ripreso dall’alto dai carabinieri di Napoli mostra uno scenario devastante a Ischia

Sono stati estratti vivi due bambini dalle macerie dopo i crolli causati dalla scossa di terremoto di magnitudo 4.0 di ieri sera a Ischia. I vigili del fuoco hanno tirato fuori nella notte un bimbo di pochi mesi e suo fratello Mattias. Stanno bene. Si scava ancora per un terzo bambino, Ciro, rimasto ancora intrappolato tra i detriti.

I vigili del fuoco lo hanno quasi raggiunto. I caschi rossi ci hanno parlato e anche lui sta bene, secondo le informazioni dei vigili del fuoco. Due adulti sono stati estratti vivi appena qualche ora dopo l’evento.

Le vittime finora sarebbero due donne, una morta a causa della caduta di calcinacci, l’altra per il crollo della sua abitazione in località Casamicciola. L’Asl di Napoli 2 Nord tuttavia aggiorna il dato a un solo decesso.

39 i feriti che sono stati ricoverati all’ospedale Rizzoli, riaperto dopo essere stato evacuato, e pienamente funzionale dopo le verifiche statiche nella notte. 10 feriti lievi, sono già in corso di dimissione. Un ferito è molto grave.

salvataggio bambino Ischia
Il salvataggio di un bambino a Ischia (Ansa)

L’Asl ha predisposto un servizio di supporto psicologico per i pazienti soccorsi e per i loro familiari. Il capo della Protezione civile Angelo Borrelli ha fatto sapere che gli sfollati sono circa 2.600: duemila a Casamicciola e altri 600 a Lacco Ameno, centri più vicino al sisma di ieri sera.

Il salvataggio di un ragazzino a Ischia
Il salvataggio di un ragazzino a Ischia (Carabinieri)

Danni notevoli alle strutture. In un video aereo dei carabinieri e dei vigili del fuoco si vede uno scenario catastrofico, con alcune aree semirase al suolo.

Questo slideshow richiede JavaScript.

In rete: “Materiali scadenti e abusivismo edilizio”

E monta la rabbia sui social sugli effetti devastanti di un terremoto di intensità moderata, prima dato per magnitudo 3.6 poi rettificato dagli esperti dell’Ingv a 4.0, di gran lunga inferiore ai terremoti di magnitudo 6.0 e 6.5 che hanno devastato ad agosto e ottobre 2016 il centro Italia.

La condizione delle strutture – dicono in rete – potrebbe non essere idonea, abitazioni fatte con materiali scadenti o addirittura ci sono costruzioni abusive che non dovevano essere costruite. Un quadro tutto da accertare per capire se si potevano realizzare case crollate con un sisma di lieve intensità.

Guarda gli effetti del terremoto a Ischia

Ma la scossa è stata “molto forte”, hanno detto testimoni. Forse “più potente del terremoto del 1980”, racconta un turista campano citato dall’Ansa. I turisti, che in questo periodo affollano l’isola, sono spaventati e stanno man mano andando via.