Cannibali in Pakistan, condannati per aver mangiato cadaveri

Cannibali in Pakistan, condannati per aver mangiato cadaveriCannibali. Due fratelli pakistani sono stati condannati a 12 anni di carcere per avere mangiato la carne di cadaveri che avevano trafugato dalle tombe.

Il tribunale nel distretto orientale di Sargodha, che li ha condannati in base alla legge antiterrorismo, come ha riferito all’agenzia di stampa Dpa il procuratore della polizia Muhammad Anwar Khan, ha anche disposto che entrambi paghino una multa di 700mila rupie (7.100 dollari).

I fratelli cannibali, che hanno 40 e 37 anni, sono stati arrestati ad aprile nella città di Darya Khan nella regione del Punjab ed è la seconda volta che vengono incarcerati.

I Cannibali erano stati dimessi nel 2013, dopo avere scontato due anni per avere trafugato corpi da un cimitero e averne mangiato la carne. In quest’ultimo caso i due sono stati processati in base alla legge antiterrosimo per garantire una pena maggiore, dal momento che in Pakistan non esiste alcuna legge che stabilisca una pena per il cannibalismo.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here