Raid anti terrorismo in Belgio, 12 arresti. “Attacco imminente”

Raid anti terrorismo in Belgio. Dodici arrestiNuova allerta terrorismo in Belgio. Almeno 12 persone sospettate di preparare un attacco sono state arrestate, dopo un blitz in tutto il paese, a Bruxelles, nelle Fiandre e in Vallonia.

L’operazione è stata effettuata in una quarantina di appartamenti mentre sono state interrogate 40 persone. Il raid è scattato nella notte tra venerdì e sabato dopo un’intercettazione telefonica in cui si parlava di “attacco imminente”.

Il gruppo arrestato è “sospettato di essere parte di una cellula che ha la forza e i mezzi per commettere un attacco terroristico”, ha detto l’emittente belga RTBF

Il giudice deciderà nelle prossime ore sull’eventuale conferma della loro detenzione. Lo stesso magistrato, un esperto di terrorimo, non ha svelato l’identità degli arrestati.

Il blitz ha interessato 16 comuni in totale tra cui Bruxelles, Molenbeek-St.-Jean, Schaerbeek, Anderlecht, Koekelberg, Berchem-Sainte-Agathe, Evere, Forest, Watermael-Boitsfort, Ganshoren, Zaventem, Ninove, Wemmel, Fleurus, Tubize et Liège.

Ispezionati 152 garage con l’intezione di trovare armi e bombe finalizzati agli attacchi. Al momento, non è chiaro se siano state rinvenute.