Istat: disoccupazione scende all'11,9%. Renzi: "Effetto Jobs Act"

istat lavoro cala disoccupazione ansa
Istat: Cala la disoccupazione (Ansa)

Nuovo trend positivo per il lavoro in Italia. La disoccupazione cala all’11,9%, registrando un -0,6 in due mesi. Lo rileva l’Istat. Dopo la crescita di giugno (+0,1%) e di luglio (+0,3%), ad agosto 2015 la stima degli occupati cresce ancora dello 0,3% (+69 mila).

Tale crescita è determinata dall’aumento dei lavoratori alle dipendenze (+70 mila), in prevalenza a termine (+45 mila). Il tasso di occupazione aumenta di 0,2 punti percentuali, arrivando al 56,5%. Su base annua l’occupazione cresce dell’1,5% (+325 mila persone occupate) e il tasso di occupazione di 0,9 punti.

La stima dei disoccupati ad agosto diminuisce dello 0,4% (-11 mila). Il tasso di disoccupazione cala di 0,1 punti percentuali, proseguendo il calo del mese precedente (-0,5 punti) e arrivando all’11,9%. Nei dodici mesi la disoccupazione diminuisce del 5,0% (-162 mila persone in cerca di lavoro) e il tasso di disoccupazione di 0,7 punti.

Dopo il calo di giugno (-0,4%) e la crescita di luglio (+0,6%), la stima degli inattivi tra i 15 e i 64 anni diminuisce nell’ultimo mese dello 0,6% (-86 mila persone inattive), tornando al livello di giugno. Il tasso di inattività, è pari al 35,6%, in calo di 0,2 punti percentuali. Su base annua l’inattività è in calo dell’1,7% (-248 mila persone inattive) e il tasso di inattività di 0,5 punti.

Rispetto ai tre mesi precedenti, nel periodo giugno-agosto 2015 il tasso di occupazione cresce (+0,2 punti percentuali), mentre calano il tasso di disoccupazione (-0,2 punti) e il tasso di inattività (-0,1 punti).

Effetto del Jobs Act, commenta soddisfatto il premier Matteo Renzi che si fa sentire su Twitter, come già aveva fatto il ministro Alfano sulla crescita del paese il 28 settembre: “#Istat: cresce fiducia nel futuro. Scelte Governo portano risultati. Senza noi non ci sarebbe stato tutto ciò. Abbiamo fatto la #lasceltagiusta”