Toti in Emilia e Calabria per la "mission (im)possible" della Destra

Meloni, Toti e Salvini a Bologna. (photo Ansa/Benvenuti)
Giorgia Meloni, Giovanni Toti e Matteo Salvini a Bologna. (photo Ansa/Benvenuti)

«Ha da passa’ ‘a nuttata». Il consigliere politico di Silvio Berlusconi Giovanni Toti si affida alla celebre frase di “Napoli milionaria” (la commedia scritta ed interpretata da Eduardo De Filippo) per esorcizzare il “brutto momento” che sta attraversando il centrodestra in Italia.

Ieri a Bologna, il numero due di Forza Italia ha incontrato il segretario nazionale della Lega Nord Matteo Salvini, la presidente di Fratelli d’Italia Giorgia Meloni aprendo la campagna elettorale a sostegno di Alan Fabbri, il sindaco leghista di Bondeno candidato comune per la presidenza della Regione Emilia Romagna alle prossime elezioni del 23 novembre. Una “mission possible”, come ha spiegato lo stesso Fabbri, coniando lo slogan elettorale che fa il verso al celebre film di Tom Cruise.

Il manifesto di Alan Fabbri, candidato di FI, Lega e FdI in Emilia Romagna
Il manifesto di Alan Fabbri, candidato di FI, Lega e FdI in Emilia Romagna

“Credo che Fabbri – ha detto Toti – possa fare molto bene e anche che abbiano fatto molto male gli altri in una Emilia Romagna che è diventata l’avamposto della disfatta della sinistra. E’ l’ora di voltare pagina” ha rimarcato l’europarlamentare di Forza Italia sottolineando che “nessuna notte può essere infinita, neanche la notte rossa dell’Emilia Romagna”.

L’esperimento, già collaudato negli anni passati con Lega e Udc, va oltre gli accordi locali. “Da oggi, ne parlavo poco fa con Berlusconi – ha proseguito Toti – dobbiamo pensare a livello nazionale ad una officina del centrodestra che ci veda seduti a un tavolo” con Lega e Fratelli d’Italia così come è in Emilia Romagna dove si è trovata “una scelta comune convinta”, eccetto in Calabria dove la Lega non esiste.

La Meloni replica preannunciando una rifondazione del centrodestra: “Penso che la Regione Emilia-Romagna possa essere un bel laboratorio, anche per il futuro del centrodestra. E rispondo anche a Giovanni Toti che parlava della volontà di avviare dei tavoli di confronto nel centrodestra. Il centrodestra non può essere riassemblato, deve essere rifondato con un progetto nuovo, con persone e con idee nuove”.

Lunedì, 3 novembre, in Calabria,  Giovanni Toti parteciperà a un incontro a sostegno di Wanda Ferro, ex presidente della Provincia di Catanzaro candidata di Forza Italia, Fratelli d’Italia e la lista civica Casa delle libertà.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here