Conservatori e Riformisti, 12 senatori passano con Raffaele Fitto

Raffaele Fitto, sta dando vita al nuovo progetto "Conservatore e Riformista"
Raffaele Fitto, sta dando vita al nuovo progetto “Conservatori e Riformisti”

Il nuovo partito di Raffaele Fitto comincia a prendere forma e sostanza. Dopo aver inaugurato l’associazione “Conservatori e Riformisti”, un progetto che si rifà alle posizioni del premier conservatore britannico Cameron, fervono i preparativi per la composizione dei nuovi gruppi dopo la fuoriuscita da Forza Italia.

Dodici senatori, di cui 10 di Forza Italia e due di Grandi Autonomie e Libertà (Gal), hanno aderito oggi al progetto di Raffaele Fitto. Lo rendono noto gli stessi parlamentari in una nota congiunta. Si tratta di Anna Cinzia Bonfrisco, Francesco Bruni, Luigi D’Ambrosio Lettieri, Salvatore Di Maggio (Gal), Ciro Falanga, Pietro Liuzzi, Eva Longo, Antonio Milo (Gal), Marco Lionello Pagnoncelli, Luigi Perrone, Lucio Tarquinio, Vittorio Zizza. Per formare un gruppo parlamentare al Senato sono sufficienti dieci senatori.

“Con entusiasmo – spiegano i dodici parlamentari – abbiamo partecipato insieme a Raffaele Fitto alla conferenza di oggi a Montecitorio con i vertici del gruppo Conservatore e Riformista europeo, Syed Kamall e Geoffrey Van Orden. Condividiamo questa nuova direzione per il centrodestra italiano. E riteniamo che un nuovo progetto, credibile e rivolto al futuro, possa rivolgersi ai 9 milioni di elettori che negli ultimi anni hanno lasciato il centrodestra, scegliendo l’astensione. Per questo, con piacere, annunciamo la nostra adesione al movimento “Conservatori e Riformisti”.

“L’obiettivo che noi abbiamo” con la Nascita dei Conservatori e Riformisti ha sottolineato Fitto, “è quello di guardare all’intero Paese. Guardiamo al modello di Cameron, che il centrodestra ha sempre annunciato e mai realizzato. Il percorso comincia oggi e a giugno – ha concluso Fitto – ci sarà una convention fondativa”.