Salvini e Meloni insieme a elezioni Torino. Berlusconi riflette

Salvini e Meloni insieme anche a elezioni Torino. Berlusconi riflette
Giorgia Meloni e Matteo Salvini (Ansa/Carconi)

Il giorno dopo la discesa in campo che ha scompaginato il centrodestra Giorgia Meloni torna a spiegare la sua scelta e spiega di sperare ancora in una ricucitura con il Cav per le prossime elezioni. Intanto Matteo Salvini ribadisce il suo sostegno all’ex ministra dicendosi convinto che con lei ci sia la possibilità di vincere. E l’asse Fdi-Lega va in scena anche alle elezioni amministrative di Torino.

FdI si smarca anche a Torino – “Serve un centrodestra diverso e con la Lega Nord lo stiamo delineando per dare finalmente una alternativa al potere del centrosinistra a Torino: una alternativa che non può passare per la figura di Osvaldo Napoli”. Lo afferma il commissario piemontese di Fratelli d’Italia, Andrea Delmastro Delle Vedove. “Serve un centrodestra diverso e con la Lega lo stiamo delineando per dare finalmente una alternativa al centrosinistra a Torino. Presenteremo una lista che rappresenta questa ansia di rinnovamento”.

Meloni, ho sentito Berlusconi, spero si possa ancora ricucire – “Certo non mi si può dire che non sono coerente. Ho sempre detto, dopo aver scoperto di aspettare un bambino, che la mia candidatura fosse una extrema ratio. Ma tra non arrivare al ballottaggio e candidarmi preferisco candidarmi”. Lo ha detto il candidato sindaco di Roma Giorgia Meloni a Radio 24. Meloni ha raccontato di aver sentito ieri Silvio Berlusconi e “gli ho comunicato la scelta che sto facendo e già prima delle gazebarie gli avevo detto che rischiavamo di regalare la città ai Cinquestelle. Mi ha risposto che c’è tempo e vediamo. Spero si possa ancora ricucire”.

Salvini, andiamo a vincere – “Meloni conosce Roma, ama Roma, io e Noi Con Salvini saremo a disposizione quartiere per quartiere. Finalmente c’è una scelta che i romani possono fare non per partecipare ma per giocarsi la partita, arrivare al ballottaggio e vincere. Bertolaso dice che andrà avanti come una ruspa? Almeno ha pronunciato la parola ruspa! Preferirei che la pronunciasse a proposito degli accampamenti abusivi e non di altro. Ma ognuno fa le sue scelte, in democrazia è bello così”. Così il leader della Lega Matteo Salvini a Radio Cusano Campus. Salvini ha fatto a Giorgia Meloni un augurio in romanesco: “Daje Giò, annamo a vince!”.