Parma: nomina al Teatro Regio, indagato il sindaco Pizzarotti

Parma: nomina al Teatro Regio, indagato il sindaco Pizzarotti
Federico Pizzarotti

Dopo l’avviso di garanzia di qualche giorno fa al sindaco del Movimento 5 Stelle di Livorno, Filippo Nogarin, anche il sindaco di Parma Federico Pizzarotti e l’assessore alla Cultura Laura Ferraris risultano indagati per abuso d’ufficio per la nomina di Anna Maria Meo a direttore generale del Teatro Regio e di Barbara Minghetti consulente per sviluppo e progetti speciali.

Secondo la Gazzetta di Parma, che riporta la notizia, anche altri tre membri del cda della Fondazione Teatro Regio all’epoca delle nomine – Giuseppe Albenzio, Silvio Grimaldeschi e Marco Alberto Valenti – risulterebbero indagati per il medesimo reato.

“Oggi sul quotidiano locale – ha scritto Pizzarotti su Facebook – è uscita la notizia di una indagine nei miei confronti, e da lì su tutti i giornali nazionali. Era già emerso ci fossero indagini in corso, rispetto alla notizia di mesi fa che qui sotto vi riporto. Sono tranquillo, perché è un atto dovuto a seguito degli esposti del Partito Democratico”.

Intanto dai Pentastellati arriva la solidarietà a Pizzarotti. Molti dei sindaci espressione del M5S si sono infatti stretti attorno al sindaco di Parma.

Filippo Nogarin aveva ricevuto un avviso nell’ambito dell’inchiesta sulla Aamps, l’azienda dei rifiuti controllata al 100 per cento dal Comune di Livorno. Il leader del movimenti, Beppe Grillo gli telefonò manifestando solidarietà e vicinanza: “Ti sosteniamo”, aveva detto Grillo.

Condividi