Caos M5S, Gasparri (Fi): Procura indaghi su contratto Raggi-Casaleggio

Caos M5S, Gasparri (Fi): Procura indaghi su contratto Raggi-CasaleggioLa procura di Roma indaghi sul contratto illegale che lega Virginia Raggi alla società fondata da Casaleggio. Maurizio Gasparri sul Secolo d’Italia pone l’accento su un aspetto ambiguo e inquietante – tra i tanti – della vicenda che sta travolgendo la sindaca e i cinquestelle.

“Il personaggio peggiore della vicenda romana che investe i 5Stelle – afferma Gasparri – non è la sindaca Raggi, colpevole dell’atto di incoscienza di essersi candidata a una carica che non è assolutamente in grado di sostenere. Non è nemmeno Grillo, incapace di intendere e di volere ciò che fa. E non sono nemmeno Di Maio e Di Battista, due figure ridicole che il tempo cancellerà. Il peggiore è Casaleggio”, spiega il senatore di Forza Italia.

“Mi chiedo se sia legale il contratto fatto firmare alla Raggi con la società Casaleggio che prevede una penale di 150mila euro in caso di inadempienza ai cosiddetti principi grillini. Ovvero la Raggi dovrebbe concordare tutte le sue nomine e decisioni più importanti al vertice dei 5 Stelle con procedure e regole estranee ai principi della democrazia”.

“Un sindaco viene eletto dai cittadini ed ha dei poteri definiti dalla legge, non dalle logge, né da Casaleggio o Grillo”. Ancora: «La Procura dovrebbe indagare su questo contratto, che è peggio delle eventuali malefatte della Muraro o delle insufficienze di altri personaggi come i vari Marra e Romeo. Il contratto Raggi-Casaleggio è una violazione della legge e della democrazia. Sarò io stesso ad avanzare un esposto alla Procura della Repubblica di Roma se non avrò notizie di indagine su questa illegalità”.

Condividi