"Fluad non è mortale". Ma nel 2012 Balduzzi lo sequestrò. Nel Bilderberg i vertici di Novartis

NovartisAl momento il bilancio è di 19 persone morte. Morti per influenza, o per altre malattie o per caso… Non certo a causa del vaccino Fluad della Novartis, farmaco su cui sono stati concentrati i sospetti delle autorità che hanno, in via cautelativa, sequestrato i flaconi un po’ in tutta Italia.

I test sul Fluad sono “completamente negativi”. Lo confermano ufficialmente, in un comunicato congiunto, l’Istituto Superiore di Sanità e l’Agenzia Italiana del Farmaco. “I risultati dei test – sottolineano – confermano la sicurezza del vaccino antinfluenzale, escludono la presenza di endotossine e hanno mostrato che nei lotti risulta conforme l’aspetto e il contenuto in antigene del vaccino del virus dell’influenza”.

La sede dell'Istituto Sanitario della Sanità
La sede dell’Istituto Sanitario della Sanità

L’incremento delle segnalazioni, giunte quest’oggi a un totale di 19 su 8 lotti diversi, è pertanto da attribuire alla maggiore sensibilità mostrata da parte degli operatori sanitari e della popolazione generale al fenomeno a causa della mediaticità degli eventi di questi ultimi giorni”.
L’Aifa e l’Iss, sulla base di queste risultanze, “invitano quindi tutti i soggetti, in particolare quelli a rischio, a sottoporsi alla vaccinazione per evitare di andare incontro alle complicanze di questa malattia infettiva che ogni anno causano circa 8.000 decessi in Italia, in particolare nella fascia di popolazione al di sopra dei 65 anni”.

Il ministro della Salute Ncd Beatrice Lorenzin (photo Scrobogna /LaPresse)
Il ministro della Salute Ncd Beatrice Lorenzin (photo Scrobogna /LaPresse)

Il ministro della salute Lorenzin è soddisfatta
“Possiamo tirare un sospiro di sollievo perchè da quanto emerso dall’analisi dei due lotti sequestrati, non ci sono elementi che impedirebbero il commercio del vaccino”: è il commento del ministro della Salute Beatrice Lorenzin ai risultati delle analisi effettuate dall’Istituto superiore di Sanità sui vaccini antinfluenzali “sospettati” di aver causato il decesso di una dozzina di anziani. Il ministro ha oggi presieduto a Bruxelles il Consiglio Ue della Salute, che ha fra l’altro approvato delle conclusioni sulle vaccinazioni come strumento efficace per garantire la salute pubblica.

Qualcosa non torna.
Nel 2012 il caso dei vaccini prodotti da Novartis era stato sollevato dal predecessore della Lorenzin, Renato Balduzzi, che bloccò  interi lotti di Fluad (e non solo) in seguito a delle anomalie riscontrate sui farmaci.

Il ministro del governo Monti dispose il divieto assoluto di vendita e di acquisto di quasi 500mila dosi di vaccino antinfluenzale prodotte dalla casa farmaceutica Novartis: l’Agrippal, Influpozzi sub unità, Influpozzi adiuvato e, appunto, il Fluad.

Il provvedimento era arrivato a seguito di una comunicazione dell’Aifa che, sulla base della documentazione presentata dall’azienda, aveva stabilito la necessità di ulteriori verifiche circa la qualità e la sicurezza degli stessi, dal momento che questi potrebbero presentare una aumentata reattogenicità, cioè la capacità di indurre effetti collaterali e reazioni indesiderate. In quella stagione non furono segnalati decessi post vaccino poiché la decisione del ministero della Salute è stata presa prima dell’avvio della campagna vaccinale.

L'ex ministro della Sanità Renato Balduzzi
L’ex ministro della Sanità Renato Balduzzi

I dubbi del ministro Balduzzi nell’ottobre 2012:
“Novartis sapeva già da luglio delle anomalie sul vaccino”

Il provvedimento – scriveva il quotidiano “La Repubblica” – è a scopo cautelativo e in attesa di ulteriori indagini”, ma Balduzzi [ha] rivelato che Novartis sapeva delle anomalie nei vaccini sin dall’11 luglio scorso. “Il 18 ottobre – racconta il ministro – Novartis, a margine di una riunione con l’Aifa, ha rappresentato qualche anomalia in alcuni lotti”. L’azienda ha fatto una comunicazione informale e l’Aifa ha ricevuto la documentazione il giorno dopo, il 19 ottobre. Dai report è emerso che “la ditta era a conoscenza delle anomalie dall’11 luglio”. 

“Dopo il 19 ottobre (2012), Aifa ha fatto studiare i dati e oggi è scattato il blocco cautelativo. Il problema, aggiunge il ministro, pare riguardi le fiale in una percentuale del 3 per mille, con la formazione di particelle all’interno delle fiale. “Consigliamo a chi ha acquistato il vaccino di attendere, prima di utilizzarlo, altre informazioni da parte delle autorità sanitarie”. “Non abbiamo evidenze che le anomalie possano avere effetti negativi – aggiunge il ministro- ma fra questi ci possono essere eventi locali di tipo dermatologico o di sistema, come l’innalzamento della temperatura corporea”.

 

 

fluad mortale - Joseph Jimenez Ad Novartis
Joseph Jimenez Ad Novartis

Curiosità
La Novartis è una multinazionale
del farmaco con sede a Basilea, Svizzera che fattura circa 14 miliardi di dollari l’anno. Il suo amministratore delegato è dal 2010 Joseph Jimenez, con un trascorso nella Colgate-Palmolive. Secondo Forbes, Jimenez nel 2013 ha guadagnato 13,226,287 dollari. L’Ad è subentrato al posto di Daniel L. Vasella che oggi è presidente onorario del colosso farmaceutico. Il prestigioso quotidiano britannico “The Telegraph” ha scritto che tra i 140 delegati del Bilderberg (potentissima lobby che raccoglie il fior fiore dei potentati politici, economici e finanziari) riuniti dal 6 al 9 giugno 2013 al Grove Hotel, ad Hertfordshire, erano presenti il presidente onorario di Novartis Daniel Vasella e Mark C. Fishman, presidente Novartis per la ricerca biomedica. 

L’Istituto Superiore di Sanità – lo stesso che ha sancito una prima “non pericolosità” del Fluad di Novartis – è invece il principale organismo di consulenza tecnico-scientifica del ministero della Salute. Svolge funzioni di ricerca, sperimentazione, controllo, consulenza, documentazione e formazione in materia di salute pubblica. Già lo scorso anno è entrato nell’occhio del ciclone parlamentare per un “dubbio” commissariamento fatto proprio dalla ministra Lorenzin. Il Movimento 5 Stelle denunciò l’improvviso cambio al vertice per “motivi di razionalizzazione”. Fuori Fabrizio Oleari, nominato dal ministro Balduzzi prima di lasciare il ministero ad aprile 2013, dentro Gualtiero Ricciardi, evidentemente gradito all’attuale ministra.

Luca Pani presidente Agenzia italiana del Farmaco - Aifa
Luca Pani presidente Agenzia italiana del Farmaco – Aifa

I parlamentari grillini sottolineavano che “la Lorenzin, aveva la facoltà non l’obbligo di procedere al commissariamento. Una scelta contestabile anche alla luce del fatto che l’attuale presidente dell’ISS, dott. Fabrizio Oleari, insediatosi solo nel marzo 2013, sembra stia realizzando un’ulteriore riduzione del disavanzo, volta a raggiungere l’obiettivo del pareggio di bilancio. Tra l’altro, mancano riscontri concreti sul fatto che la procedura di commissariamento determini reali benefici. Anzi, nella quasi totalità dei casi è appurato che ciò non è avvenuto”.

“E’ per queste ragioni – dicevano il M5S – che oggi in Aula abbiamo presentato un’interpellanza urgente: l’indipendenza dell’ISS, la sua libertà dalla pressione delle lobby del farmaco, che invece a nostro avviso stanno compromettendo il ruolo dell’Aifa, è indispensabile per la tutela della salute dei cittadini italiani”.

Molte coincidenze che portano tutte dritte nell’universo segreto dei poteri forti. Fluad mortale? per adesso “gli scienziati” han detto di no. Spetta però alla magistratura accertare, senza pressioni, la verità. Viste appunto le troppe coincidenze che dicono ai cittadini “non fidatevi di ciò che vi affermano costoro”. Venti e forse più persone si sono iniettate il Fluad e sono morte. Per caso, come per caso morirono centinaia di cittadini a Casale Monferrato per l’amianto, elemento assolto e prescritto dalla giustizia del Belpaese: “Nessun colpevole”.

Rispondi