Intervista a Samantha Cristoforetti: "Sento di pesare 200 tonnellate". VIDEO

“Mi sento bene, per essere tornata solo da qualche ora. Sto reimparando a camminare, anche se è ancora difficile. La cosa più importante è recuperare il senso dell’equilibrio e poi reimparare il senso del peso”.

Parla così Samantha Cristoforetti nella prima breve intervista dopo l’atterraggio della navetta che dallo Spazio l’ha catapultata in Kazakistan. L’astronauta italiana appare in buone condizioni fisiche, salvo il normale “recupero” che le aspetta dopo i 6 mesi passati nell’orbita. “Devo reimparare a camminare”, dice scerzando.

“In questo momento – spiega Astro Samantha tra i sorrisi – mi sento di pesare 200 tonnellate, che è già un miglioramento rispetto a qualche ora fa quando mi sembrava di pesarne 500”. Appena in quota permissibile l’equipaggio ha aperto una valvola esterna per far entrare ossigeno.

Samantha Cristoforetti nella stazione Iss
Samantha Cristoforetti

“E già li – prosegue Cristoforetti – c’è stata una sensazione di aria vera che entrava nella Soyuz (il nome della navicella, atterrata senza problemi ma tutta bruciacchiata, ndr)”.

Per quanto riguarda il ritorno sulla Terra, a colpire Cristoforetti sono stati soprattutto gli odori che non sentiva da mesi: “È stato bellissimo. Già prima che aprissero il portello ho sentito questa ventata di profumo di erba, un sacco di erba nella steppa perché è piovuto tantissimo negli ultimi giorni”. Fuori un “Kazachstan che ci ha accolto benissimo”.

Samantha Cristoforetti era partita per lo Spazio il 23 Novembre scorso alle 22:01 italiane per la “Missione Futura” frutto di un accordo l’Esa, l’Agenzia spaziale europea, l’Asi, Agenzia spaziale italiana e la NASA. Insieme agli altri due astronauti hanno raggiunto la Stazione Spaziale Internazionale (ISS) con la navicella russa Soyuz.

Il rientro due giorni fa dopo 199 giorni passati in orbita da dove ha inviato immagini spettacolari dalla Spazio. L’astronauta italiana, capitano e pilota dell’aeronautica, è stata la prima italiana a volare nello spazio.

LA VIDEO CONFERENZA A HOUSTON LUNEDI 15 GIUGNO

Rientrata a Houston, Cristoforetti in una video conferenza ha spiegato più rilassata i suoi sei mesi nello Spazio a bordo dell’ISS: “L’astronauta – ha detto – non fa la celebrità di mestiere, stare sulla Iss è una esperienza eccezionale a missione finita farò attività di comunicazione per raccontare ma sono sicura che questa esperienza mediatica finirà”.

Samantha Cristoforetti back on Earth
Samantha Cristoforetti back on Earth

Sei mesi sono tanti, stare nella stazione orbitante senza la possibilità di avere acqua per uno shampoo deve essere dura, soprattutto per una donna.  “Sullo spazio – ha spietato Samantha Cristoforetti – ho dormito bene e non ho avuto incubi. Tra le cose che sognavo di più era fare una doccia. L’ho fatta in Scozia, in una sosta del viaggio per tornare a Houston, da seduta perche’ a poche ore dall’atterraggio non mi abituavo alla gravità. Il mio primo vero pasto e’ stata un’insalatona”.

Mi mancherà di più fluttuare e la sensazione di leggerezza, ma anche avere una finestra speciale per guardare la Terra da lassù. Porterò come ricordo la vita extraterrestre”, ha aggiunto Samantha Cristoforetti spiegando che nella discesa sulla Terra cercava “di cogliere le ultime immagini della Terra dallo Spazio, come l’ultima alba”.

“Samantha Cristoforetti rientrerà in Europa nel centro Esa di Colonia, in Germania nella seconda metà dell’estate. E’ in condizioni fisiche buone ma la riabilitazione prende molte settimane”, ha detto Roberto Battiston, presidente dell’Agenzia Spaziale Italiana (Asi) aggiungendo che l’astronauta italiana “in ottobre inizierà il post fly tour” che la porterà in Italia. [Aggiornato il 15/6/2015 ore, 17:38]