Galaxy Note7 va a fuoco, Samsung ritira lo smartphone

Galaxy Note7 va a fuoco, Samsung ritira lo smartphone
Galaxy Note7

Samsung ha sospeso la vendita del Galaxy Note7 dopo che in molti casi lo smartphone prendeva fuoco. Il titolo del colosso sudcoreano in Borsa perde il 5 percento. La casa produttrice ha chiesto ai partner, alle compagnie telefoniche e ai rivenditori, di non vendere lo smartphone mentre vanno avanti le indagini sugli incidenti.

Il Note7 è stato richiamato nelle ultime settimane negli Usa dopo denunce sul fatto che il dispositivo va a fuoco. “Restiamo impegnati a lavorare diligentemente con le autorità per assumere tutte le misure necessarie a risolvere la situazione”, afferma Samsung.

Le autorità americane plaudono alla scelta di Samsung di sospendere le vendite e le sostituzioni del Galaxy Note7. ”E’ la giusta mossa” afferma Elliot Kaye, il presidente della Commissione per la sicurezza dei prodotti. Le indagini proseguono e nel frattempo i proprietari del Note7 dovrebbero spegnerlo e non usarlo.

Aviazione Usa, tenere Note7 spenti e non in stiva – L’Amministrazione dell’aviazione federale (Faa) americana mette in guardia i passeggeri su uso e trasporto del Galaxy Note7, che la Samsung a ritirato dalle vendite dopo gli ultimi incidenti di combustione. “Alla luce dei recenti avvenimenti e delle preoccupazioni sollevate da Samsung sui suoi Note7, la Faa consiglia vivamente ai passeggeri di non attivare o ricaricare questi dispositivi a bordo di aerei e non stivarli in alcun bagaglio”, si legge in un comunicato pubblicato dall’aviazione Usa sul suo sito web. Le restrizioni, specifica la Faa, valgono anche per i dispositivi richiamati e ripristinati.

Condividi