Scarcerato ma subito riarrestato per condanna in Brasile

Un extracomunitario originario del Kiribati (Oceania), in carcere per droga, era ricercato in Brasile per un condanna per traffico di stupefacenti.

Carlomagno campagna Fiat Tipo Maggio 2019

L'ingresso del carcere di Siano a Catanzaro.Un cittadino del Kiribati, stato insulare dell’Oceania, è stato arrestato dalla polizia mentre stava per essere scarcerato. L’uomo, Teisi Burataake, di 25 anni, era nel carcere catanzarese di Siano per traffico di stupefacenti. Insieme ad altri connazionali è stato portato a Reggio Calabria per il giudizio dinnanzi alla Corte d’Appello.

Tutti sono stati assolti, tratte uno, condannato a sei anni di reclusione. La Polizia penitenziaria, durante il viaggio di ritorno da Reggio Calabria, nella tarda serata di ieri, ha contattato l’Ufficio immigrazione della Questura di Catanzaro per comunicare la scarcerazione.

Ringraziandoti per il seguito, sarebbe cosa gradita un MI PIACE sulla nostra nuova pagina di Facebook

Gli agenti, richiamati in servizio, nel fare gli accertamenti hanno contattato anche il Ministero e, con i colleghi del servizio per la Cooperazione internazionale di Polizia, si sono accorti che Burataake non può essere scarcerato perché ricercato in campo internazionale dalle autorità del Brasile per scontare una condanna a 15 anni per traffico di stupefacenti.