Rubarono 80 centesimi, condannati tre ragazzi

Uno dei minori sfidò gli altri dimostrando che con la chiave dell'auto del padre era possibile aprire altri mezzi. Ci riuscì aprendo una macchina da cui sparirono 80 centesimi.


Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici anche su TELEGRAM

tribunale dei minori CaltanissettaA Gela (Caltanissetta) tre minorenni dovranno svolgere per otto mesi attività di volontariato per avere compiuto, lo scorso anno, un “furto aggravato” di 80 centesimi. L’ha deciso il gup del tribunale dei minori di Caltanissetta.

I tre ragazzi (due maschi e una femmina) si sono trovati nei guai per una scommessa lanciata da uno di loro secondo il quale la chiave della Fiat Panda del padre fungeva da passepartout per aprire tutte le auto di quel tipo.

Il ragazzo vinse la scommessa perché la macchina presa di mira, in un pomeriggio di noia, si aprì davvero. La scena però fu seguita a distanza dal proprietario che mise in fuga i tre, denunciando l’episodio a una volante.

Quando il padrone della Panda dichiarò, conciliante, che dall’auto erano stati portati via “solo gli spiccioli” del porta oggetti, 80 centesimi, scattò lo stesso la denuncia, anche se i tre negano di avere preso i soldi. Fino a novembre dovranno dedicarsi ad autistici e anziani e dimostrare di avere meritato il perdono giudiziario. (Ansa)


Ai Lettori

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo gentilmente ai nostri lettori un contributo che può permetterci di sopravvivere e continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta. Grazie!


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici anche su TELEGRAM