Giovane medico vaccinato muore dopo un mese di rianimazione


Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici anche su TELEGRAM
Il dottor Gianluigi Andrea Piegari

Un giovane medico di 36 anni, Gianluigi Andrea Piegari, è morto dopo essersi ammalato di covid. Il dottore si era sottoposto alla somministrazione del vaccino Janssen del colosso Johnson & Johnson, come scrivono diverse testate.

Il dottor Piegari era medico del 118, con uno uno studio ad Albano Laziale, e fra pochi mesi sarebbe diventato il papà di un bambino assieme alla compagna Martina, alla quale era legato da tantissimi anni.

L’uomo a fine agosto era risultato positivo nonostante la vaccinazione, e a meno di un mese dai primi sintomi definiti gravi è deceduto nel reparto di terapia intensiva dell’ospedale Columbus di Roma.

“Era impossibile non amarlo – ha raccontato la compagna Martina con le lacrime agli occhi -. Una persona ben voluta da tutti, sempre pronta ad aiutare il prossimo. Era un uomo buono con tutti, non solo con i suoi pazienti a cui dedicava anima e cuore, oltre che la sua professionalità, ma anche con chi aveva appena conosciuto o con chi aveva avuto l’onore ed il piacere di incontrarlo”.


Ai Lettori

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo gentilmente ai nostri lettori un contributo che può permetterci di sopravvivere e continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta. Grazie!


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici anche su TELEGRAM