Taurinova, tre arresti per riciclaggio

Carlomagno campagna ottobre 2018

carabinieri taurianovaI Carabinieri del Norm della Compagnia di Taurianova diretta dal capitano Marco Barone, coadiuvati militari delle stazioni di Cittanova, Taurianova e Molochio, hanno arrestato Saverio Alessandro Fondacaro di 35 anni (rivenditore di autovetture, precedenti per furto, ricettazione, riciclaggio e reati in materia di stupefacenti), Rocco Giovinazzo (34) (rivenditore di autovetture, precedenti per furto, ricettazione, falso, associazione per delinquere e reati in materia di stupefacenti), e Antonio Raso (rivenditore di autovetture, incensurato di 35 anni), tutti ritenuti responsabili di riciclaggio in concorso.

Durante un servizio esterno, i militari avevano individuato un’autovettura Audi Q5, la quale, dopo aver attirato l’attenzione degli operanti per via dell’andatura particolarmente circospetta del conducente, è risultata oggetto di un furto in abitazione perpetrato a Taurianova solo pochi giorni prima.

Inoltre, nel corso del pedinamento così intrapreso dai militari in attesa del momento migliore per procedere al controllo, gli operanti riscontravano che il conducente, poi identificato per Fondacaro, stava dirigendo il mezzo in un garage di Cittanova, allo scopo – successivamente riscontrato – di occultarlo.

Nella stessa circostanza i Carabinieri appuravano che l’Audi era seguita da un’altra autovettura con a bordo Raso e Giovinazzo, diretta in quello stesso luogo, ove i tre avevano poi sostituito la targa dell’Audi con un’altra, e infine avevano tentato di allontanarsi indisturbati.

Solo l’immediato intervento dei Carabinieri consentiva di bloccare e arrestate in flagranza i tre malviventi, nonché di sottoporli a perquisizione domiciliare e locale. Difatti, all’esito dell’attività è stato complessivamente rinvenuto e sequestrato svariati effetti personali trafugati nel corso del citato furto in abitazione perpetrato a Taurianova (Rc); 10 targhe di autovetture, nonché svariate carte di circolazione e certificati di proprietà, il tutto di provenienza furtiva; 2 apparati Gps del tipo installato dalle compagnie assicurative a bordo delle autovetture; 31 sedie, 13 termosifoni, 1 caldaia, 5 centraline di impianti di videosorveglianza e svariati altri arredi, il tutto oggetto del furto perpetrato il 28 febbraio 2017 presso il Centro Polifunzionale Comunale di Taurianova (Rc).

Gli arrestati, al termine delle formalità di rito, su disposizione della Procura della Repubblica di Palmi (Rc) sono stati tradotti presso la locale Casa Circondariale.