Maltempo in Calabria: pioggia, neve e vento. Danni nel Catanzarese

Venti a 80 chilometri orari. Numerosi gli interventi dei Vigili che sono stati particolarmente impegnati nei comuni di Marcedusa, Andali e Taverna. Neve nelle fasce premontane

Carlomagno Jeep agosto 18

Maltempo AndaliFreddo pungente, pioggia e vento forte fino a 70/80 chilometri orari. E’ questa la situazione meteo che dalla scorsa notte si registra in Calabria, dove la neve è tornata in tutte le zone montane, lambendo anche quelle premontane. In questo contesto, con un territorio già segnato dalla violenta perturbazione dello scorso 17 gennaio, si registrano ulteriori danni soprattutto nel Catanzarese, dove i Vigili del Fuoco sono dovuti intervenire in diversi centri dell’area presilana.

Sono numerosi gli interventi dei Vigili che sono stati particolarmente impegnati nei comuni di Marcedusa, Andali e Taverna con interventi delle squadre della sede centrale, dal distaccamento di Sellia Marina e di quello volontario di Taverna.

Il forte vento, ha determinato l’abbattimento di alberi d’alto fusto e la caduta di rami, elementi di copertura di fabbricati divelti, cartelloni pubblicitari ed insegne pericolanti.

Nel comune di Andali, un tetto divelto si è abbattuto sulla sede stradale di collegamento al comune di Cerva. L’arteria al momento è chiusa al traffico in quanto il forte vento, che ancora persiste, rende difficoltose le operazioni di soccorso. Il distacco anche di alcuni cavi della rete elettrica ha creato ulteriori disagi alla popolazione della zona.

Nel comune di Taverna, un albero adiacente la Chiesa della Madonna della Santa Spina si è abbattuto nel cortile di accesso. Nessun danno alla struttura.

Sulla strada provinciale di collegamento al Villaggio Mancuso, località turistica della Sila catanzarese, una caduta di massi sulla sede stradale ha creato disagi alla viabilità.

Nel comune di Marcedusa, la lamiera di copertura di un tetto si è distaccata. Una squadra della sede centrale con il supporto dei SAF (Speleo Alpino Fluviale) ha provveduto alla rimozione delle parti in imminente pericolo di caduta ed alla messa in sicurezza della zona a salvaguardia della pubblica e privata incolumità. Allo stato attuale, non si registrano danni a persone.