Agguato mafioso a Reggio Calabria, ucciso un pregiudicato

Carlomagno campagna ottobre 2018

OmicidioUn presunto affiliato alla cosca Araniti della ‘ndrangheta, Pasquale Chindemi di 53 anni, pregiudicato, è stato ucciso in un agguato a Catona di Reggio Calabria. La vittima è stata freddata mentre stava percorrendo a piedi una via del centro ed era solo.

Da prime informazioni, a compiere l’omicidio sarebbero stati due sicari, mascherati con passamontagna, che hanno esploso contro Chindemi due colpi per poi dileguarsi. La morte del pregiudicato è stata istantanea. Sul fatto di sangue indagano i carabinieri. L’omicidio sarebbe da collegare a contrasti all’interno della ‘ndrangheta.

La vittima era un impiegato dell’Atam, l’azienda del trasporto pubblico del comune di Reggio Calabria, con la mansione di addetto ai parcheggi pubblici. I due killer lo hanno sorpreso alle spalle mentre l’uomo era a piedi e lo hanno freddato con due colpi, dandosi alla fuga a piedi.