Processo Ghota, 34 condanne. Vent’anni a Di Stefano


Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici pure su TELEGRAM

Tribunale Reggio CalabriaSono stati condannati 34 dei 38 imputati del processo “Gotha” alle cosche di ‘ndrangheta di Reggio Calabria, svoltosi con rito abbreviato davanti al Gup distrettuale Pasquale Laganà. La decisione del giudice non si è discostata di molto dalle richieste che erano state fatte nello scorso mese di dicembre dai rappresentanti della pubblica accusa, il procuratore aggiunto della Repubblica Giuseppe Lombardo ed i pm della Dda Stefano Musolino e Walter Ignazitto.

La condanna più alta – 20 anni di reclusione – è stata inflitta all’avvocato Giorgio De Stefano, indicato come uno dei capi dell’omonima cosca.

L’inchiesta “Gotha” era scaturita da cinque indagini sulla ‘ndrangheta di Reggio Calabria che avevano come oggetto i rapporti con la massoneria deviata ed i condizionamenti esercitati su settori della pubblica amministrazione reggina. Nel secondo troncone del processo, che si sta svolgendo col rito ordinario davanti al Tribunale, sono imputate 34 persone, tra cui l’ex senatore di centrodestra Antonio Caridi.


Ai Lettori

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo gentilmente ai nostri lettori un contributo che può permetterci di sopravvivere e continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta. Grazie!


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici anche su TELEGRAM e TWITTER