Tsunami M5S in Calabria, su 30 seggi nel prende 17

Carlomagno campagna ottobre 2018

Camera dei DeputatiLo tsunami Cinquestelle ha spazzato via tutto facendo man bassa di seggi nei collegi in Calabria: Su 30 seggi complessivi ne prende 17 (11 alla Camera e 6 al Senato). La vittoria del maggioritario è stata replicata anche nel proporzionale con molti eletti nei listini. In Parlamento approdano pure alcuni uscenti.

Alla Camera in tutto c’erano da eleggere tra i due sistemi 20 deputati, di questi 11 sono andati al M5s (6 uninominale e 5 proporzionale), 6 seggi al Centrodestra (2 uninominale e 4 proporzionale: 3 a Fi e 1 alla Lega). Il Partito democratico non elegge nessuno al maggioritario ma ne elegge 2 nel proporzionale, mentre Leu strappa un seggio in extremis, ad esito dei complessi calcoli nazionali.

Al Senato, con 10 seggi disponibili il M5S elegge 6 senatori (3-3), tre al Centrodestra (1 uninominale e due proporzionali tra Fi e Lega), il centrosinistra solo 1, al Pd. Liberi e uguali non elegge nessuno.

Alla Camera, il M5S vince a Crotone con Elisabetta Maria Barbuto (51,60); a Catanzaro con Giuseppe D’Ippolito (45,50); a Reggio con la deputata uscente Federica Dieni (36,55); a Castrovillari con Carmelo Massimo Misiti (45,7); a Corigliano con Francesco Sapia (50,12); a Cosenza con Anna Laura Orrico (51,9). Il centrodestra, invece, ottiene il deputato a Gioia Tauro con Francesco Cannizzaro (42,37) e a Vibo con il consigliere regionale Wanda Ferro (35,8).

Proporzionale Camera dei deputati

Per il collegio “Calabria 1” (nord) il M5s alla Camera elegge il capolista Francesco Forciniti, Elisa Scutellà e Alessandro Melicchio. Per Forza Italia riconferma per Roberto Occhiuto mentre per il Pd eletta l’uscente Enza Bruno Bossio.

Collegio “Calabria 2” (sud), riconfermati i Cinquestelle Dalila Nesci e Paolo Parentela; per Forza Italia la capolista Jole Santelli e lo stesso Occhiuto, che se però opta per la circoscrizione Nord lascia il posto a Maria Tripodi. La Lega di Salvini manda a Montecitorio Domenico Furgiuele. Nel Partito democratico è stato eletto Antonio Viscomi, vicepresidente della giunta regionale, e il partito Liberi e uguali Nico Stumpo.

Proporzionale e Uninominale Senato della Repubblica

La situazione al Senato tra proporzionale e maggioritario. Per il M5S riconferma per l’uscente Nicola Morra (eletto anche nel maggioritario), poi Bianca Laura Granato, Giuseppe Auddino, Margherita Corrado, Silvia Vono e Rosa Silvana Abate. 

Forza Italia elegge il vibonese Giuseppe Mangialavori e l’ex deputato di Roma Capitale Marco Siclari, che a Reggio vince sul pentastellato Bruno Azzerboni espulso dal movimento per i suoi trascorsi nella massoneria. Per la Lega vince il leader Matteo Salvini che lascerà con ogni probabilità il seggio a Tilde Minasi, mentre il Pd elegge il segretario regionale Ernesto Magorno, che da Montecitorio passa a Palazzo Madama.