8 marzo, un anno fa l’omicidio di Antonella Lettieri

Carlomagno campagna ottobre 2018
Salvatore Fuscaldo e Antonella Lettieri
Salvatore Fuscaldo e Antonella Lettieri

L’8 marzo dello scorso anno veniva uccisa nella sua abitazione di Cirò Marina Antonella Lettieri, la commessa 42enne per il cui omicidio è in carcere il killer reo confesso Salvatore Fuscaldo, bracciante di 50 anni, vicino di casa della vittima.

L’omicidio sconvolse l’intera comunità nazionale per l’efferatezza del crimine. Lettieri, la sera della festa della donna, fu infatti colpita con diverse coltellate e finita con un flessibile d’acciao. La scoperta del delitto avvenne la mattina successiva.

L’assassino era stato fermato a distanza di qualche giorno e fu quasi linciato dalla folla inferocita, la sera che venne portato dalla caserma in carcere. I carabinieri di Cirò e Crotone nel giro di qualche settimana raccolsero gravi elementi di colpevolezza a carico di Fuscaldo, che ammise poi le sue responsabilità quale unico esecutore dell’omicidio.

A gennaio di quest’anno Salvatore Fuscaldo è stato condannato in primo grado a 30 anni di reclusione nel processo con rito abbreviato.