Scoperti 600 falsi braccianti, denunciati insieme a titolari società

Nella Locride. Emerse false dichiarazioni per un totale di 100 mila giornate lavorative. Alcuni falsi braccianti risultano possessori di beni mobili di lusso e immobili di pregio

Carlomagno

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici pure su TELEGRAM

Indennità a falsi braccianti. Denunciate 264 personeLa Guardia di finanza di Locri ha scoperto una truffa, ai danni dell’Inps, perpetrata da 23 aziende agricole mediante l’assunzione di 600 falsi dipendenti con un danno alle casse dello Stato per oltre 4 milioni di euro. Rappresentanti legali e falsi braccianti sono stati denunciati.

Dalle indagini dei finanzieri è emerso che le imprese presentavano all’ente previdenziale falsi contratti di affitto e/o comodato di terreni riconducibili a soggetti completamente estranei alla truffa assieme a denunce aziendali trimestrali fasulle attestanti l’impiego mai avvenuto di operai allo scopo di consentire l’indebita percezione di indennità di disoccupazione, malattia, assegni familiari e maternità.

Dall’esame della documentazione sono emerse false dichiarazioni per un totale di 100 mila giornate lavorative. Si è scoperto, inoltre, che alcuni falsi braccianti risultano possessori di beni mobili di lusso e immobili di pregio a fronte di una modesta situazione reddituale.


Ai Lettori

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo gentilmente ai nostri lettori un contributo che può permetterci di sopravvivere e continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta. Grazie!


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici anche su TELEGRAM e TWITTER