Esplosione Crotone, gravissima la bimba. Giallo sulle cause

Carlomagno Panda Ibrid Luglio 2021
Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici anche su TELEGRAM
L'appartamento nel quartiere Lampanaro devastato dall'esplosione
L’appartamento nel quartiere Lampanaro di Crotone devastato dall’esplosione (Ansa)

E’ ricoverata nell’ospedale di Bari in condizioni molto gravi con ustioni da scoppio di secondo grado alla testa, Noemi, la bambina di 4 anni rimasta ferita nella serata di ieri nell’esplosione di un appartamento a Crotone nella quale hanno perso la vita la nonna Rita Murgeri, di 55 anni, ed il compagno Saverio Romano, di 43, ed è rimasta ferita la madre, Naike Vinotti, di 28.

Anche la donna è stata trasportata in un ospedale pugliese, a Brindisi, dove è ricoverata in prognosi riservata con ustioni di terzo, quarto grado sul 45% del corpo. La donna, comunque, non sarebbe in pericolo di vita.

Illesi, invece, il padre, Fabio Buonferrato, e le due sorelline di Noemi, di 7 e 10 anni, che dopo essere state visitate in ospedale sono andate a casa del nonno. La famiglia Buonferrato nell’esplosione ha perso praticamente tutto. Stamani il parroco della chiesa di San Paolo ha portato alcuni indumenti per le piccole.

Giallo sulle cause dell’esplosione

Sul piano delle indagini, da quando trapela, pare che gli investigatori abbiano trovato la bombola di gas integra. Elemento che farebbe escludere una fuga di gas. Analisi in corso sulla caldaia/scaldino che non sembra aver riportato danni da esplosione. La Polizia è al lavoro per accertare le cause dell’esplosione. Una deflagrazione potentissima che ha sventrato totalmente le pareti dell’appartamento e fatto tremare la palazzina, la cui stabilità è ora al vaglio degli investigatori.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici anche su TELEGRAM