Calcio, la B cambia nome: per tre anni si chiamerà “Serie BKT”

Siglato a Milano l'accordo tra la Lega e la società indiana che produce pneumatici industriali. Movimenti in corso per i diritti Tv

Carlomagno Panda Settembre 2018
Da sinistra Lucia Salmaso, ad di BKT Europe e Paolo Bedin, direttore generale della Lega calcio di B
Da sinistra Lucia Salmaso, Ad di BKT Europe e Paolo Bedin, direttore generale della Lega calcio di B

La Serie B cambia nome grazie al suo nuovo sponsor. Si chiamerà, per 3 anni, fino al 2021, “Serie BKT”. L’accordo tra la Lega e la multinazionale indiana di pneumatici industriali, è stato siglato a Milano.

L’accordo sarà valido per le prossime tre stagioni e prevede che il nome del torneo diventi appunto “Serie BKT”, società con sede a Mumbai specializzata in pneumatici Off-Highway, cioè gomme dedicate ai veicoli agricoli, edili e industriali. “È un momento molto importante di crescita per la nostra lega”, ha commentato Paolo Bedin, direttore generale della Lega Serie B.

“Questa partnership prosegue il percorso di crescita e di internazionalizzazione che la Lega B sta portando avanti con forza e convinzione per il proprio brand”, le parole invece del presidente della Lega Mauro Balata nel comunicato di presentazione dell’accordo.

Il numero uno di Lega non era però presente a Milano, in quanto impegnato in alcuni incontri per i diritti tv. “È un momento particolare per i diritti tv, ci sono incontri continuativi e per questo il presidente non è potuto essere qui. Tra pochi giorni dovremmo chiudere il discorso”, ha spiegato il dg della Lega Paolo Bedin, che ha presentato l’accordo con BKT. “Sono interessati ai diritti player classici come Sky – ha proseguito -, ma anche nuovi player internazionali e innovativi”.

Tra i soggetti interessati con cui la Lega tratterà nel secondo giro di trattative private ci sono Sky, Mediaset, Perform e Eleven Sports. Il prezzo minimo fissato dalla Lega è di 60 milioni annui, cifra a cui nessuno si è finora avvicinato. I club valuteranno le nuove offerte nel corso di un’assemblea il prossimo 29 giugno. La decisione sui diritti tv dovrebbe poi portare a novità per quanto riguarda orari e date delle gare di campionato.

“Abbiamo sempre lavorato integrando il calendario rispetto alla Serie A – ha spiegato Bedin -. Tuttavia, dalla prossima stagione la programmazione della A sarà diversa rispetto al recente passato, per cui potrebbe servire una riflessione. Ad oggi, le partite principali restano comunque programmate per il sabato pomeriggio”, ha concluso il dg della Lega.

“Sono molto soddisfatta di questo accordo che rientra a pieno titolo nella strategia di branding di BKT con focus sul territorio italiano dove abbiamo la nostra sede di riferimento per l’Europa – ha dichiarato Lucia Salmaso, Amministratore Delegato BKT Europe – Il calcio in Italia è da sempre uno sport molto amato e vissuto con grande passione e partecipazione, entrare quindi in questa relazione privilegiata è per noi importante poiché vi ritroviamo uno stile e una filosofia di pensiero che ci appartiene, fondata sulla passione, la fedeltà, la forza di volontà e la tenacia nell’affrontare le sfide quotidiane del mercato”.

“Serie BKT” sarà quindi il nuovo nome della Serie B, rappresentato da un logo che unisce BKT e Lega B, che accompagnerà le squadre, i club e le tifoserie per tutte e 42 le giornate, per i playoff e per i playout della prossima stagione.